Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome

Sede di coordinamento e di confronto dei Presidenti delle Regioni, la Conferenza ha indubbiamente visto accrescere il proprio ruolo con l'istituzione della Conferenza Stato-Regioni (1983) e della Conferenza Unificata, sede congiunta della Conferenza Stato-Regioni e della Conferenza Stato-Città ed autonomie locali (1997).
Da allora la Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome è la sede ufficiale della interlocuzione istituzionale interregionale. E' in questa sede, infatti, che sono predisposti i documenti che poi - nella loro veste definitiva - sono presentati e illustrati al Governo nelle riunioni della Conferenza Stato-Regioni e della Conferenza Unificata.
La Conferenza in diverse occasioni si è rivelata un laboratorio politico-istituzionale in grado di formulare proposte anche nel campo delle riforme istituzionali. Nel massimo rispetto della sovranità e dell'autonomia del Parlamento si sono registrati diversi e decisivi confronti fra il "sistema dei Governi regionali", la Camera ed il Senato. In particolare in occasione dell'approvazione della legge che ha introdotto il principio dell'elezione diretta del Presidente della Regione e durante il dibattito che ha accompagnato la riforma del Titolo V della Costituzione.
La normativa statale fa spesso riferimento alla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome. In numerosi casi ciò avviene ai fini della designazione, da parte delle Regioni, di propri rappresentanti in comitati, organismi a composizione mista, consigli di amministrazione

Indirizzo

Via Parigi 11

Rimani aggiornato sui migliori eventi culturali a Roma

Iscriviti alla Newsletter od ai Feed RSS di Info.roma.it