Descrizione Visita guidataDescrizione Visita guidata

Caffè storici di Roma

Curiosità e segreti dei locali storici

L'esotica bevanda aveva iniziato a diffondersi in europa durante l'avanzata turca del xvi secolo. Alcuni sacerdoti l’avevano classificata come bevanda del demonio e per questo chiesero espressamente al Papa di vietarne l’uso. Ma quando il Clemente VIII assaggiò per la prima volta il caffè, ne rimase talmente colpito da dichiararne adatto ad ogni cristiano.

Le prime botteghe del caffè, nate a Roma nella seconda metà del settecento, diventano poco alla volta gli spazi ideali di aggregazione per le nuove classi sociali. Forestieri, artisti e intellettuali troverano per la prima volta una sede di incontro e dibattito, nei locali che nascono lungo la via del Corso.

Con la caduta del potere pontificio e la costituzione della nuova capitale, i caffè romani si trasformano nei salotti bene della Belle époque, nuovi baricentro delle piazze principali.

La grande stagione dei Caffè si interrompe dopo la prima guerra mondiale, e poco alla volta le sale chiudono per far spazio ai nuovi luoghi di aggregazione. Con la passeggiata cercheremo quindi di riscoprire i luoghi dove si trovavano e gli avventori di queste antiche e nobili sale.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network

Immagini Visita guidata

Immagini Visita guidata