Cronologia Esecuzioni

Cronologia della storia di roma

1354 d.C. - 2107 Ab Urbe condita

29 Agosto: Frà Moriale, reo di aver proferito minacce ed ingiurie all'indirizzo di Cola di Rienzo, viene arrestato e condannato a morte per decapitazione nella Piazza del Campidoglio.

1416 d.C. - 2169 Ab Urbe condita

11 Dicembre: Giovanni Cenci, convocato in Campidoglio dal Senatore Alidosi, viene decapitato perchè aveva preso parte alle sommosse organizzate nel corso da Niccolò e Giovanni Colonna.

1561 d.C. - 2314 Ab Urbe condita

4 Marzo: Vengono giustiziati i fratelli Carlo e Giovanni Carafa.

1570 d.C. - 2323 Ab Urbe condita

3 Luglio: Impiccato e poi arso l'umanista Aonio Paleario, reo di aver negato l'autorità pontificia e di essere probabile autore della pasquinata: “Quasi che fosse inverno brucia cristiani Pio siccome legna per avvezzarsi al fuoco dell’inferno”.

11 Marzo: Impiccato a Ponte Sant'Angelo il letterato Niccolò Franco, reo di aver scritto un libello infamante ed alcune Pasquinate rivolte al Papa Paolo IV.

1585 d.C. - 2338 Ab Urbe condita

18 Settembre: Un avviso segnala che in quell'anno erano state esposte più teste di banditi a ponte Sant'Angelo che meloni al mercato.

1630 d.C. - 2383 Ab Urbe condita

7 Ottobre: L'abate di Santa Prassede Orazio Morandi, a Roma, reo di aver studiato i segreti della tradizione ermetica, muore in carcere avvelenato prima che il processo sia stato concluso.

1652 d.C. - 2405 Ab Urbe condita

15 Aprile: Il Sottodatario Vaticano Francesco Canonici detto Mascambruno, viene decapitato con l'accusa di aver falsificato documenti, imitando la firma del Papa Innocenzo X.

1658 d.C. - 2411 Ab Urbe condita

5 Luglio: Vengono impiccate a Campo de’ Fiori cinque donne che avevano venduto “acqua tòfana”.

1708 d.C. - 2461 Ab Urbe condita

4 Agosto: Condannato a morte l'abate Filippo Rivarola, riconosciuto autore di Pasquinate contro il Papa Clemente XI.

1711 d.C. - 2464 Ab Urbe condita

11 Luglio: A Ponte Sant'Angelo vengono impiccati, squartati e esposti al pubblico Antonio Ranni di Anagni e Filippo Pallone di Montefortino.

1764 d.C. - 2517 Ab Urbe condita

22 Agosto: Impiccato a Campo de’ Fiori, l'eremita Giuseppe Morelli, colpevole “di aver celebrato ventinove messe con la consacrazione, non essendo sacerdote e ricevendo elemosine dai fedeli”.

1796 d.C. - 2549 Ab Urbe condita

22 Marzo: Mastro Titta inizia il suo lavoro come Boia pontificio. Impiccagione e squartamento di Nicola Gentilucci, omicida di un sacerdote e due frati.

1800 d.C. - 2553 Ab Urbe condita

20 Gennaio: Nella Piazza di Ponte Sant'Angelo mastro Titta impicca Antonio Felici, Antonio Marinucci e Antonio Russo.

22 Gennaio: Impiccagione del falsario Pietro Zanelli a Ponte Sant'Angelo.

1818 d.C. - 2571 Ab Urbe condita

24 Ottobre: II Tribunale di Roma emette cinque condanne a morte e due al remo perpetuo per altri carbonari implicati nei moti di Macerata.

1821 d.C. - 2574 Ab Urbe condita

28 Luglio: Francesco Monti, Domenico Taschini e Luigi Onelli vengono decapitati a piazza del Popolo.

6 Agosto: Vincenzo Zaccarelli e Vincenzo Moretti vengono decapitati a Ponte S. Angelo per omicidj irragionevoli.

1825 d.C. - 2578 Ab Urbe condita

23 Novembre: Giustiziati i due carbonari Targhini e Montanari. L’esecuzione viene eseguita da Mastro Titta a Piazza del popolo.

1829 d.C. - 2582 Ab Urbe condita

24 Settembre: Condannato a morte per costituzione di società segreta il sacerdote Giuseppe Picilli. Papa Pio VIII converte la pena nel carcere a vita.

1833 d.C. - 2586 Ab Urbe condita

13 Luglio: A Ponte Sant'Angelo viene decapitato Benedetto Mazio.

4 Febbraio: Francesco Pazzaglia viene decapitato in Via de’ Cerchi da mastro Titta.

1835 d.C. - 2588 Ab Urbe condita

11 Luglio: A Ponte Sant'Angelo Viene decapitato Giovanni Orioli di Lugo.

1845 d.C. - 2598 Ab Urbe condita

30 Agosto: Vincenzo Mariani, reo di omicidio deliberato, viene giustiziato con il taglio della testa in via de’ Cerchi.

1848 d.C. - 2601 Ab Urbe condita

15 Novembre: Il capo del governo pontificio Pellegrino Rossi viene accoltellato a morte al Palazzo della Cancelleria. Il capopopolo Ciceruacchio, insieme a Carlo Luciano Buonaparte, principe di Canino inscena sotto il Palazzo del Quirinale una tumultuosa manifestazione, per chiedere "un ministro democratico, la costituente italiana e la guerra all'Austria".

1 | 25 su 32


torna ad inizio pagina
torna ad inizio paginahome page trovavisite e passeggiatemeravigliemonumentieventigastronomialinkstradenewscondividi paginaricerca
Info.roma.it è un progetto sostenuto dai soci e dalle Donazioni. Contribuisci al suo sviluppo!    Ringraziamenti   Privacy policy

Prenotazione visita guidata