Cronologia Industria

Cronologia della storia di roma

1122 d.C.   a.U.c.

Papa Callisto II commissiona la costruzione del condotto dell'acqua Crabra, anche detto Fosso dell'Acqua Mariana, per garantire l'adduzione di acqua per alimentare i molini ed irrigare gli orti di proprietà della Basilica di San Giovanni in Laterano. Il canale seguiva gli antichi acquedotti e scendeva verso Roma. Vicino alla villa dei Centroni a Morena, tramite una diga veniva incanalata in un condotto sotterraneo appartenente all’antico acquedotto Claudio. Uscito allo scoperto il fosso attraversava la tenuta di Roma Vecchia, dove formava un laghetto dove vi erano anche i pesci. Quindi proseguiva verso Roma attraversava la via Tuscolana e Porta Furba, passava per via del Mandrione e costeggiando a distanza la Tuscolana giungeva a porta di San Giovanni, formando un altro laghetto. Costeggiava le mura, passando lì dove ora è via Sannio. Entrava in Roma a porta Metronia, quindi percorrendo l’odierna Passeggiata Archeologica e passando attraverso il Circo Massimo, si gettava nel Tevere accanto alla Cloaca Massima.

1703 d.C.   a.U.c.

Viene inaugurato il lanificio nell'Ospizio apostolico San Michele, prima struttura basata su criteri professionali che si avvale soprattutto del lavoro dei detenuti nella Casa di Correzione. A tale scopo l'istituto ottiene in dono 15 once d'acqua dell'Acqua Paola.

1827 d.C.   a.U.c.

Il Palazzatto Anguillara a Trastevere viene ceduto in enfiteusi a Camillo Forti, rappresentante di una famiglia della borghesia trasteverina, il quale vi insedia una fabbrica di smalti e vetri colorati e la rese nota per un presepio particolarmente artistico.

1837 d.C.   a.U.c.

24 Febbraio: Operai della lana di Trastevere manifestano a Piazza San Pietro contro l'uso delle macchine che tolgono loro lavoro.

1847 d.C.   a.U.c.

10 Marzo: Papa Pio IX emana un editto che precisava: “Si degna di dare il suo sovrano beneplacito per la costruzione di uno stabilimento generale fuori le mura di Roma a fine di distillare il gas e somministrarlo tanto a chiunque ami fare uso di tale mezzo quanto per illuminare questa capitale incominciando dalle piazze principali”.

1852 d.C.   a.U.c.

6 Novembre: Nasce Pontificia, per iniziativa di James Shepherd, la Società Anglo Romana per l'illuminazione a gas di Roma, uno dei nuclei industriali più antichi d'Italia.

1853 d.C.   a.U.c.

18 Luglio: Il segretario di Stato cardinale Giacomo Antonelli annuncia alla popolazione la realizzazione del servizio telegrafico.

20 Agosto: Vengono sistemati nel Palazzo di Montecitorio i fili elettrici del telegrafo elettrico da attivare tra Roma e Terracina. Il primo ufficio telegrafico di Roma, viene installato nel Palazzo Capranica a piazza Montecitorio.

14 Ottobre: Inaugurata la prima officina del gas detta dei Cerchi, dal nome della via in cui si trovava, presso il Circo Massimo.

14 Ottobre: Papa Pio IX presenzia al primo esperimento Telegrafico, al Casale Torlonia sulla Via Appia antica.

17 Novembre: A Via del Corso si impiantano i lampioni di illuminazione a gas e si costruiscono i condotti.

31 Dicembre: Prova generale di illuminazione a gas in Via del Corso.

1854 d.C.   a.U.c.

1 Gennaio: Alle ore 7 cominciano ad essere illuminate a gas la Via Papale, Piazza di San Pietro, il Corso, il Campidoglio, Piazza del Gesù e Piazza Venezia. L'Officina ed il gasometro di Via dei Cerchi inizia la sua attività producendo 60.000 mc. di gas al giorno.

14 Febbraio: Illuminazione a gas durante una festa a Palazzo Doria.

1857 d.C.   a.U.c.

Una denuncia della Direzione generale di polizia contenente l'istanza di prolungare anche nei mesi da settembre a marzo l’illuminazione a gas fino alle tre di notte in modo da prevenire i furti che si verificavano «senza che per difetto di luce po[tessero] sempre essere impediti, o repressi dalle perlustrazioni della forza pubblica, e dalla vigilanza della Polizia».

1871 d.C.   a.U.c.

30 Ottobre: Società Anglo-Romana inaugurata sulla via Flaminia una nuova officina del gas.

1872 d.C.   a.U.c.

Nel casale della valca intermedia alla caffarella viene viene impiantata una mola per la macinazione di grano e granturco.

1878 d.C.   a.U.c.

28 Febbraio: Primo collegamento telefonico. L'esperimento si svolge tra il Palazzo del Quirinale e l’Ufficio Telegrafico di Tivoli.

1881 d.C.   a.U.c.

Inaugura il nuovo stabilimento del pastificio pantanella a via dei Cerchi.

1884 d.C.   a.U.c.

Il Sindaco Leopoldo Torlonia vieta la salagione del formaggio pecorino all'interno della città. Questo fatto costringe molti casari romani a spostare la produzione in Sardegna.

1886 d.C.   a.U.c.

30 Ottobre: Primo esperimento di illuminazione pubblica a Piazza Colonna.

1888 d.C.   a.U.c.

8 Gennaio: Si inaugura l'Esposizione Vaticana per il Giubileo di Leone XIII:

1891 d.C.   a.U.c.

1 Dicembre: Inizia l'attività il Mattatoio di Testaccio.

1892 d.C.   a.U.c.

4 Luglio: Inaugura la linea elettrica Tivoli-Roma. La trasmissione di corrente elettrica viene prodotta dalla cascata dell'Aniene.

1893 d.C.   a.U.c.

30 Aprile: Viene inaugurato un ascensore con motore ad acqua per collegare piazza di Spagna e Trinità dei Monti.

1 | 25 su 79