Cronologia Scavi

Cronologia della storia di roma

1670 d.C.   a.U.c.

Pietro Ottini e Domenico Coppitelli acquistano 200 canne di terreno adiacente al colle per aprirvi "grottini" destinati ad osterie.

1685 d.C.   a.U.c.

Raffaele Fabretti scopre presso la via Casilina una catacomba identificata con quella di San Castulo (per aver trovato dei frammenti di iscrizione oggi però ritenuti dei falsi) con la scritta martyre dominu Castulu.

1687 d.C.   a.U.c.

Raffaele Fabretti scopre presso la via Latina una catacomba identificata con quella di San Tertullino.

1713 d.C.   a.U.c.

Scavi effettuati dal marchese Marcello Sacchetti presso la propria tenuta a Castel Fusano, portano alla scoperta di una ricca domus romana, identificata come la villa di Plinio il Giovane.

1720 d.C.   a.U.c.

Il Cardinale Pietro Ottoboni avvia scavi nella propria villa sul gianicolo, che portano alla scoperta di un tempio siriaco.

1726 d.C.   a.U.c.

Scavo dei Colombari dei liberti di Livia e di Augusto.

1728 d.C.   a.U.c.

28 Ottobre: Durante i lavori di restauro del pavimento di Sant'Agnese fuori le mura, l'archeologo Giovanni Marangoni riconosce la lastra di papa Damaso con la storia della Santa.

1744 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Scoperta di una tomba contenente una brocchetta di terracotta e un Epigrafe funeraria dedicata a Tecla, adaedem sanctae Caeciliae in Regione transtiberina (Vettori).

1762 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Scavi effettuati alla Villa dei Quintili dal cardinale Alessandro Albani.

1769 d.C.   a.U.c.

Ottobre: L'archeologo Gavin Hamilton avvia una campagna di scavi a Villa Adriana.

Ottobre: L'archeologo Gavin Hamilton avvia una campagna di scavi al Celio presso Villa Fonseca.

Ottobre: Papa Clemente XIII incarica l'architetto Cameron di eseguire nuove ricerche nelle stanze sotterranee della Domus Aurea (L'architetto inglese pubblicherà le sue scoperte nel testo "The bath of the romans" del 1772).

1774 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Durante scavo all'Arco di Settimio Severo, viene scoperto un cippo (ora ai Museo Vaticano)

Ottobre: L'archeologo Gavin Hamilton avvia una campagna di scavi a ostia antica.

Ottobre: Scavi dell'antiquario romano Ludovico Mirri negli ipogei della Domus Aurea, portarono al ritrovamento di 16 nuove sale della Domus Aurea.

1775 d.C.   a.U.c.

Ottobre: L'archeologo Gavin Hamilton avvia una campagna di scavi nella Villa dei Quintili sull'appia antica.

1776 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Durante la demolizione dell'Ospedale di San Rocco, viene dissepolto il secondo obelisco del mausoleo di Augusto, precedentemente incastrato nelle fondamenta dell'edificio.

1777 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Durante alcuni scavi presso il monastero di Santa Maria della Concezione a Campo Marzio, viene scoperta una colonna di marmo cipollino alta 11,81 metri con capitello corinzio. Dopo essere stata estratta viene adagiata in Piazza Montecitorio.

1779 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Nella Vigna D'Aste sull'Appia antica, viene scoperta una lapide con iscrizione, con un bassorilievo con due consoli e due figure stanti di barbari, riferita alla Gens Valeria, probabile antica proprietaria del fondo.

1780 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Ricerche antiquarie eseguite da G. Volpato alla Villa romana delle Vignacce. Rinvenimento di importanti sculture in marmo (conservate ai Musei Vaticani come Ganimede Chiaramonti o la statua di Tyche). Sono scoperte delle Fistulae in piombo relative all’impianto idrico della villa in cui è inciso il nome di uno dei principali proprietari, Quinto Servilio Pudente, ricco proprietario di fabbriche laterizie e importante personaggio romano del II secolo d.C..

Ottobre: I fratelli Sassi, scavando nella lora vigna per realizzare una cantina, riscoprono il Sepolcro degli Scipioni. Ritrovati i primi sarcovagi.

Ottobre: Papa Pio VI concede il permesso per effettuare nuovi scavi a Villa Silvestri che restituì materiali pregevolissimi.

1788 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Il primo scavo con scopi puramente scientifici al foro romano eeseguito dall'ambasciatore svedese tra il tempio dei Dioscuri e la colonna di Foca.

1791 d.C.   a.U.c.

Ottobre: L'archeologo Gavin Hamilton riscopre le rovine della città arcaica di Gabbi sulla via Prenestina. Gli scavi autorizzati dal il principe Marcantonio Borghese, portarono alla scoperta del foro e degli edifici contigui. Delle numerose statue, poterono essere restaurare solo 49 delle oltre 200 scavate, e furono in seguito esposte dal principe all'interno della Casina dell'Orologio a Villa Borghese.

1794 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Il naturalista danese Abilgaard, esplorando le propaggini settentrionali dei Monti Parioli, scopre casualmente una tomba ipogea scavata nel tufo.

26 | 50 su 363