Cronologia Trasporti

Cronologia della storia di roma

1871 d.C.   a.U.c.

5 Maggio: L'imprenditore Francesco Marini promuove la costituzione dell'Impresa Romana degli Omnibus (associazione temporanea d’impresa che riunisce otto linee ed altrettante imprese, alcune gestite a carattere familiare) e sottoscrive una convenzione col comune di Roma che prevede l’ampliamento della rete a quindici linee servite da non meno di cinque vetture ognuna, con tariffa massima di 15 centesimi frazionabile, sulle linee più lunghe, a tratte del costo di 10 centesimi.

1873 d.C.   a.U.c.

22 Aprile: Inaugurata la seconda stazione ferroviaria di Termini. La linea Roma-Frascati viene collegata con la nuova stazione e la vecchia stazione di Porta Maggiore viene demolita.

1874 d.C.   a.U.c.

20 Giugno: Viene aperto al traffico il nuovo Ponte Salario. Nella ricostruzione ad opera della provincia, scompaiono le rampe inclinate e l'arco centrale viene trasformato in arco semiellittico con una luce più ampia di 27 metri.

1877 d.C.   a.U.c.

Giugno: Ponte Sisto viene ampliato mediante una sovrastruttura metallica, sorretta da mensoloni e corredata da spallette in ghisa.

21 Luglio: Da Tivoli, partono i lavori di realizzazione della Tranvia Roma-Tivoli, realizzati da una società concessionaria Belga, la TFE.

2 Agosto: Inaugurata la linea tramviaria a cavalli lungo la via Flaminia. Si sviluppa a binario unico, con scartamento ordinario di 1445 mm, sul lato destro della via Flaminia uscendo da Roma, con due raddoppi intermedi ed uno sviluppo di circa 2800 metri fino all'imbocco di ponte Milvio. La struttura è stata realizzata da Ernesto Emanuele Oblieght, proprietario di terreni lungo la via Flaminia ed imprenditore nel campo delle costruzioni ferro-tramviarie, che aveva costituito una società, l'Impresa Tramways (con capitali forniti da una finanziaria belga, la Société d'Entreprise) e ottenuto dal comune la concessione per la futura linea.

5 Settembre: La Impresa Tramways, dopo il successo della tramvia a cavalli di via Flaminia, prolunga il binario al di là del Tevere, su ponte Milvio e realizzazione due nuovi raddoppi intermedi. Il deposito delle vetture è realizzato a circa due chilometri da piazza del Popolo, in località villa Massani (circa all'altezza dell’attuale palazzetto dello sport).

1878 d.C.   a.U.c.

6 Maggio: Viene inaugurato il collegamento ferroviario tra Roma e Fiumicino, completata una diramazione della Ferrovia Tirrenica che dalla stazione di Ponte Galeria raggiungeva le stazioni di Porto, Fiumicino città e Fiumicino Porto Canale.

1879 d.C.   a.U.c.

14 Marzo: Umberto I inaugura la passerella al Porto di Ripetta, struttura provvisoria che collega le due sponde del tevere presso il porto di Ripetta.

15 Giugno: Ha inizio un servizio di tram a vapore Roma – Tivoli gestito dalla Società TFE (tramvie e ferrovie economiche di Roma, Milano e Bologna).

1 Luglio: Inaugurazione della Tranvia Roma-Tivoli. Il capolinea viene realizzato presso Porta San Lorenzo a Roma e Piazza Garibaldi a Tivoli.

1 Novembre: Dopo l'apertura dell'esercizio della tramvia a vapore tra Roma e Tivoli, l'Impresa Tramways inaugurata anche una linea tramviaria a cavalli di 2200 metri di lunghezza, come servizio urbano tra la stazione Termini ed il Cimitero del Verano. Dalla Dogana, posta nella via di porta Tiburtina a fianco della stazione Termini (poi via Marsala angolo via Solferino), attraversava le mura aureliane in corrispondenza dell'antica porta Tiburtina (fornice a destra) e si immette sulla via Tiburtina, seguendola fino ad un capolinea tronco posto nella piazza antistante l'ingresso al Verano.

1880 d.C.   a.U.c.

2 Marzo: Francesco Marini rileva il pacchetto azionario della (mai liquidata) Società Anonima Romana degli Omnibus e con l'apporto di capitali di varia provenienza (tra i quali la Società Generale delle Strade Ferrate Romane) costituisce la SRO (Società Romana Omnibus), nella quale confluiscono le ditte che avevano dato vita all'Impresa Romana degli Omnibus del 1871, la Impresa dei Trasporti di San Paolo e la Impresa Tramways.

5 Aprile: L'Impresa Tramways ottiene la concessione per una nuova tramvia a cavalli, collegamento da Termini a piazza Venezia per via Nazionale.

30 Ottobre: Ha inizio un servizio di tram a vapore Portonaccio-Ciampino-Marino gestito dalla Società TFE (tramvie e le ferrovie economiche di Roma, Milano e Bologna). Il treno inaugurale parte dalla stazione Termini con un convoglio speciale composto da 9 carrozze di proprietà delle Strade Ferrate Romane (SFR) e da 3 locomotive dell'azienda tranviaria. Il treno, arrivato alla stazione di Ciampino Superiore, per evitare problemi a causa delle forti pendenze della tratta e della scarsa potenza delle locomotive, venne spezzato in tre composizioni. Tuttavia, all'inizio della tratta di pendenza massima si dovettero lasciare a terra molte persone e spargere una notevole quantità di sabbia sulle rotaie.

27 Dicembre: L'Impresa Tramways inaugura la tramvia Piazza Venezia Via Nazionale Termini. La trazione è a due cavalli, ma nel tratto molto acclive da largo San Romualdo a piazza Magnanapoli sono aggiunti due muli, realizzando una quadrupla trazione animale.

29 Dicembre: L'Impresa dei Trasporti di San Paolo, appartenente alla ditta Marotti e Frontini, ottiene dal comune la concessone della nuova linea di collegamento tram a cavallo, piazza Montanara - basilica di San Paolo, circa 4300 metri per via Bocca della Verità, via della Salara (oggi via Santa Maria in Cosmedin), via Marmorata e via Ostiense (in sostituzione della precedente linea di omnibus inaugurata il 18 luglio dello stesso anno).

1881 d.C.   a.U.c.

10 Maggio: Inaugura la linea che collega la stazione Termini alla basilica di San Giovanni in Laterano (di circa 2700 metri passando per via Merulana). I lavori sono iniziati per conto della Impresa Tramways.

18 Luglio: Inaugurata la linea di collegamento da piazza Montanara alla basilica di San Paolo (per le vie Marmorata e Ostiense) in sostituzione della precedente linea di omnibus. La tratta viene realizzata dall'Impresa dei Trasporti di San Paolo.

1883 d.C.   a.U.c.

Luglio: La Società Anglo Romana costruisce presso la stazione di Termini, una Centrale termica della potenza di 90, per sperimentale l'illuminazione elettrica della ferrovia e dei piazzali.

1884 d.C.   a.U.c.

16 Gennaio: Avviene il passaggio di proprietà della TFE (Società Anonima dei Tramways e Ferrovie Economiche di Roma, Milano e Bologna) alla Società FAAN (ferrovia Roma-Albano-Anzio-Nettuno).

2 Febbraio: Inaugurata la nuova stazione capolinea della ferrovia Roma-Frascati. La vecchia stazione, troppo distante dal centro cittadino, viene dismessa.

1885 d.C.   a.U.c.

1 Gennaio: La SRO (Società Romana degli Omnibus) acquisisce dall'Impresa dei Trasporti di San Paolo, la linea suburbana lungo la Flaminia che quella urbana per San Paolo.

11 Febbraio: Francesco Marini promuove il cambio della ragione sociale della SRO (Società Romana Omnibus) in SRTO (Società Romana Tramways Omnibus) e nella quale confluiscono tutte le preesistenti compagnie. Allo stesso tempo presenta al consiglio comunale un progetto che prevede cospicui investimenti nell'esercizio tramviario e una proposta per la concessione in via esclusiva dell’intero servizio, tram e omnibus, per ben trent'anni. Il comune accorda la convenzione per cinque anni, ma si riserva il diritto di concedere ulteriori linee ad altre aziende.

14 Luglio: Approvato dal Consiglio Comunale (e stipulato il 20 agosto successivo) il contratto con la Società Romana degli Omnibus. Viene imposta una diminuzione delle tariffe, la modifica di alcuni percorsi e l’attivazione di nuove linee.

26 | 50 su 417