Cronologia musei

Cronologia della storia di roma

1471 d.C.   a.U.c.

14 Dicembre: Papa Sisto IV esprime il desiderio di fondare un museo che custodisse gran parte dei capolavori antichi in suo possesso. Le collezioni dei Musei Capitolini nascono con la consegna in custodia al Senato Romano delle statue bronzee provenienti dal Palazzo del Laterano, collocati nel Palazzo dei Conservatori.

1777 d.C.   a.U.c.

Pio VI sposta nel Museo Vaticano il sarcofago di porfido di Elena dal portico di San Giovanni.

1791 d.C.   a.U.c.

Pio VI sposta nel Museo Vaticano il sarcofago di porfido di Costanza dal Mausoleo sulla Nomentana.

1796 d.C.   a.U.c.

24 Giugno: I francesi sottraggono molte opere dai Musei Vaticani.

1837 d.C.   a.U.c.

2 Febbraio: Papa Gregorio XVI inaugura il Museo Gregoriano Etrusco.

1839 d.C.   a.U.c.

2 Febbraio: Papa Gregorio XVI inaugura il Museo Gregoriano Egizio.

1867 d.C.   a.U.c.

Augusto Castellani dona al Comune di una raccolta di vasi tirreni. I reperti sono esposti ai Musei Capitolini.

1870 d.C.   a.U.c.

Ignazio Jacometti viene nominato direttore delle Gallerie e dei Musei pontifici,.

1874 d.C.   a.U.c.

1 Marzo: Viene inaugurato nei locali dell'ex-convento di San Lorenzo in Lucina il Museo Artistico Industriale. Ideato dal principe Baldassarre Odescalchi, presidente dell'Associazione Artistica internazionale, e dell'orafo Augusto Castellani, perché fosse contemporaneamente sede di corsi per la formazione degli operai romani e centro di raccolta ed esposizione dei più preziosi esempi dell'arte antica così da proporre modelli per gli artieri ed il miglioramento del gusto di tutti i cittadini.

1876 d.C.   a.U.c.

Il Museo Artistico Industriale viene trasferito nei locali dell'ex Collegio Romano.

Augusto Castellani dona una vasta collezione di oggetti antichi al Comune. Precedentemente depositati nel Museo Artistico Industriale, di cui era uno dei fondatori, i reperti sono ora esposti ai Musei Capitolini.

25 Febbraio: Inaugurazione delle nuove sale dei Musei Capitolini, a seguito delle ultime scoperte archeologiche. L'architetto Virginio Vespignani realizza anche un padiglione ligneo nel giardino caffarelli.

14 Marzo: In un'ala del Palazzo del Collegio Romano viene inaugurato il Regio Museo Nazionale Preistorico Etnografico di Roma. La nuova istituzione, fondata da Luigi Pigorini, nasce non solo per raccogliere in un museo la documentazione sia delle culture preistoriche italiane, europee ed extraeuropee e delle popolazioni primitive contemporanee, ma soprattutto per dare un'impostazione scientifica unitaria agli studi e alle ricerche paletnologiche in Italia.

14 Marzo: Inaugurate la Biblioteca Vittorio Emanuele e il Museo Lapidario nel Collegio Romano.

1878 d.C.   a.U.c.

I colossali protomi nel cortile del palazzo Bonelli sono trasferite al Collegio Romano.

1879 d.C.   a.U.c.

Il Museo Artistico Industriale viene trasferito nell'ex Monastero di San Giuseppe Capo Le Case.

1883 d.C.   a.U.c.

26 Luglio: Regio decreto che istituisce in Roma la nascita della Galleria d'arte moderna. Inizialmente non ha una collezione, alla quale si comincia a provvedere con acquisti alle esposizioni nazionali, né una sede. Si colloca provvisoriamente allo stesso Palazzo delle Esposizioni di Roma.

25 Novembre: Istituito con R. Decreto, l'Istituto storico italiano con lo scopo di «dare maggior svolgimento, unità e sistema alla pubblicazione de’ fonti di storia nazionale e di promuovere segnatamente quei lavori preparatori che, per essere di interesse generale, eccedono i limiti, gli intenti, non che i mezzi delle Deputazioni e delle Società storiche regionali». Prevede che sia composto da quindici membri, dei quali quattro di nomina governativa, cinque delegati dalle regie Deputazioni e sei dalle Società di storia patria.

1884 d.C.   a.U.c.

L'Ufficio Tecnico per gli Scavi di Antichità di Roma diventa Ufficio Tecnico speciale per le Antichità e i Monumenti di Roma e Suburbio, articolato in tre sezioni: per i monumenti all’interno delle mura; per i monumenti del suburbio e le scoperte di antichità; per Foro Romano, Palatino e Tevere.

1889 d.C.   a.U.c.

Felice Barnabei istituisce il Museo Nazionale romano, ospitato inizialmente nel chiostro di Santa Maria degli Angeli. Le collezioni comprendono le antichità del Museo Kircheriano ed il materiale venuto in luce durante i grandi lavori per l'ampliamento della città dopo il 1870 nel territorio comunale di Roma.

Emanuel Löwy, professore di Storia dell'arte antica alla Sapienza, fonda il Museo dei Gessi, una raccolta di calchi sul modello delle gipsoteche universitarie che in Europa. Il primo nucleo del Museo viene allestito in alcuni locali di via Luca della Robbia a Testaccio.

8 Gennaio: Felice Barnabei per raccogliere insieme tutte le antichità pre-Romane del Lazio, dell'Etruria meridionale e dell'Umbria appartenenti alle civiltà etrusca e falisca, istituisce il Museo nazionale etrusco.

1890 d.C.   a.U.c.

I colossali protomi di palazzo Bonelli sono trasferite dal Collegio Romano al Chiostro di Santa Maria degli Angeli, nuova sede del Museo Nazionale romano.

1893 d.C.   a.U.c.

Francesco Gaj insegna al Museo artistico industriale di Roma.

1901 d.C.   a.U.c.

Lo stato acquista 104 pezzi della collezione d'arte antica della famiglia Boncompagni Ludovisi.

1 | 25 su 130