Cronologia musei

Cronologia della storia di roma

2011 d.C.   a.U.c.

17 Marzo: Il presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, in occasione della celebrazione del 150º anniversario dell'Unità d'Italia e al termine dei restauri alla porta San Pancrazio, inaugura il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina.

12 Aprile: Al Colosseo si svolge fino al 18 settembre la mostra sull'imperatore "Nerone". La mostra, curata per la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma da Maria Antonietta Tomei e Rossella Rea, vede la partecipazione nel comitato scientifico di Heinz-Jürgen Beste, Fedora Filippi, Andrea Giardina, Henner von Hesberg, Anna Maria Moretti, Clementina Panella, Marisa Ranieri Panetta, Alessandro Viscogliosi, i quali hanno collaborato alla redazione del progetto espositivo.

2013 d.C.   a.U.c.

30 Marzo: Furto nella notte nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. I ladri rubano 27 gioielli in oro e pietre, parte della Collezione Castellani, sfondando con una mazza le teche in cui erano custoditi, coprendosi poi la fuga con l'uso di fumogeni. Mandante del furto una ricca signora russa, con la mediazione di un antiquario romano.

2014 d.C.   a.U.c.

31 Gennaio: Il Palazzo di Piazza Giovanni Agnelli, sede del Museo della Civiltà Romana, del Museo Astronomico e del Planetario, viene chiuso per lavori di riqualificazione con cui mettere a norma gli impianti ed eliminare le barriere.

1 Febbraio: La statua di Marsia, scoperta durante gli scavi alla villa delle Vignacce nel Parco degli Acquedotti, viene esposta definitivamente nel Museo della Centrale Montemartini.

14 Marzo: Al Colosseo si svolge fino al 11 gennaio la mostra "La biblioteca infinita". I luoghi del sapere nel mondo antico. L'esposizione curata da Rossella Rea e Roberto Meneghini, documenta l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico, così come i luoghi pubblici e privati dove si scambiava e si custodiva il sapere. La mostra nasce dai risultati di due importanti scavi archeologici: la scoperta a Roma degli auditoria di Adriano a piazza Madonna di Loreto, e l’esigenza di ricomporre in un contesto unitario i risultati delle indagini archeologiche finora eseguite, e tuttora in corso, nel templum Pacis, lungo via dei Fori Imperiali e che hanno restituito inediti reperti, presentati adesso per la prima volta.

23 Settembre: Inaugurato il nuovo percorso di visita al Museo Nazionale romano presso le Terme di Diocleziano. Viene riaperto il chiostrino Ludovisi della Certosa e la Natatio delle Terme. Nel cortile è esposto il mosaico della Domus della Stazione Termini.

2015 d.C.   a.U.c.

Settembre: La Casa museo Mario Praz, il Museo Boncompagni Ludovisi, il Museo Giacomo Manzù ed il Museo Hendrik Christian Andersen passano dalla Soprintendenza della Galleria Nazionale d'Arte Moderna alla gestione del nuovo Polo Museale Regionale del Lazio.

28 Marzo: La Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l'Area Archeologica di Roma inauguraù l'Antiquarium di Lucrezia Romana. Un nuovo museo nella periferia romana, dedicato all'archeologo Giuseppe Vitale, per raccontare la storia del territorio dell’Appio Tuscolano dall'epoca preistorica e protostorica fino al medioevo atraverso i rinvenimenti effettuati negli ultimi 25 anni nel suburbio sudorientale di Roma, territorio che va dal Quadraro a Grotteferrata, comprendendo Osteria del Curato, Tor Vergata, Morena, Romanina, Centroni, Cinecittà, Anagnina, Appio-Tuscolano.

2016 d.C.   a.U.c.

23 Gennaio: Con decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, viene istituito il nuovo Parco Archeologico di Ostia Antica, per gestire, tutelare e valorizzare un territorio che si estende tra il X Municipio di Roma e il Comune di Fiumicino. Ne fanno parte: L'Area archologica di Ostia Antica e il Museo Ostiense; i Porti Imperiali di Claudio e Traiano; la Necropoli di Porto all'Isola Sacra.

1 Settembre: In un complesso piano di riforma e riassetto delle strutture del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo nasce a Roma il Museo delle Civiltà, per consentire di gestire, valorizzare e promuovere in modo unificato e innovativo collezioni archeologiche ed etnografiche. La sua istituzione ha permesso di raggruppare in un unico organismo quattro importanti musei nazionali: il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorii”, il Museo Nazinale delle Arti e Tradizioni Popolari, Il Museo Nazionale dell’Alto Medioevo – situati nella parte monumentale del quartiere EUR – e il Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci, ancora nella sua storica sede di Palazzo Brancaccio.

2017 d.C.   a.U.c.

1 Aprile: Apre al pubblico Villa Poniatowski, nuovo ampliamento del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia.

2018 d.C.   a.U.c.

1 Gennaio: La programmazione e la gestione del complesso del MACRO – Museo di Arte Contemporanea (Via Nizza, Testaccio e La Pelanda) viene affidata in accordo con la Sovrintendenza Capitolina all'Azienda Speciale Palaexpo per la creazione del Polo espositivo dell'arte della cultura contemporanea.

10 Maggio: Inaugurazione di Palazzo Merulana con la sindaca di Roma, Virginia Raggi. La struttura, composta da quattro piani, di cui due espositivi, è nata dal lavoro in sinergia tra il Campidoglio e la famiglia Cerasi, che grazie ad un project financing, ha curato il recupero dell'ex ufficio d'igiene di proprietà del Comune, ed ha inoltre messo a disposizione una collezione di opere d’arte pregiate della Fondazione Cerasi. I lavori di ricostruzione sono stati curati dall'architetto Carlo Lococo.

2020 d.C.   a.U.c.

7 Novembre: Inaugurazione del Museo civico archeologico di Mentana e dell'agro nomentano, progettato dall’associazione culturale locale Archeoclub d’Italia sede Mentana-Monterotondo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura. di Mentana e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale. Il museo, realizzato nel Granaio Borghese, espone reperti che precedentemente giacevano invisibili e abbandonati in una stanza della Biblioteca Comunale.

151 | 165 su 165