Cronologia politica

Cronologia della storia di roma

1878 d.C.   a.U.c.

19 Gennaio: Umberto I effettua solenne giuramento sullo Statuto albertino, nell'aula di Montecitorio, alla presenza di senatori e deputati.

1909 d.C.   a.U.c.

28 Novembre: Nella Sala Pichetti si svolge il V Congresso nazionale del Partito radicale italiano.

1912 d.C.   a.U.c.

4 Aprile: La legge 30, emanata dal quarto governo Giolitti, con cui si avvia la nazionalizzazione delle assicurazioni sulla vita. A tale scopo viene istituito l'Istituto Nazionale delle Assicurazioni, ente pubblico specializzato nel monopolio italiano delle assicurazioni sulla vita, con un decreto del ministro Francesco Saverio Nitti.

1919 d.C.   a.U.c.

5 Luglio: GLi arditi di Argo Secondari, insieme ad altri gruppi di anarchici e repubblicani, progettano di avviare un'insurrezione popolare, partendo dal Forte di Pietralata, dove avrebbe requisio le armi custodite, per poi espropriare i mercati generali. Il piano fallisce a causa della delazione da parte dell'ardito Ernesto Albini alle forze di polizia che stroncarono sul nascere il tentativo insurrezionale, arrestandone i partecipanti.

1921 d.C.   a.U.c.

17 Giugno: Primo raduno pubblico degli Arditi del Popolo all'Orto Botanico. Parteciparono repubblicani, socialisti, comunisti, anarchici ed anche cinquemila ex combattenti, guidati da Argo Secondari.

17 Giugno: Ill reduce di guerra ex tenente degli Arditi ed anarchico Argo Secondari fonda gli Arditi del Popolo, un'organizzazione paramilitare volti a proteggere la popolazione dalla violenza squadrista dei Fasci di combattimento.

3 Agosto: Nell'ufficio di Enrico De Nicola , Presidente della Camera di Montecitorio, viene stretto il Patto di pacificazione da Tito Zaniboni e Giacomo Acerbo, rappresentante degli schieramenti socialisti e fascisti.

1925 d.C.   a.U.c.

21 Giugno: Al Teatro Augusteo, Benito Mussolini inaugura il Primo Congresso Fascista.

1928 d.C.   a.U.c.

10 Maggio: Il governo Mussolini istituisce l'Istituto nazionale di economia agraria (INEA), ente pubblico di ricerca che agisce nel quadro delle attività controllate dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF).

1943 d.C.   a.U.c.

27 Luglio: Riunioni del Comitato nazionale delle correnti antifasciste. Sotto la presidenza di Ivanoe Bonomi, formulano il voto per richiedere al governo di provvedere alla soluzione urgente di tre problemi: scioglimento del Partito fascista e delle sue istituzioni; liberazione dei detenuti politici e dei confinati; libertà di stampa.

29 Luglio: In casa di Giuseppe Spataro a via Cola di Rienzo, ex esponente del Partito popolare italiano, si riunisce il comitato delle opposizioni.

31 Luglio: Riunione del comitato dei partiti antifascisti in casa del democristiano Giuseppe Spataro. Socialisti e azionisti non intendono appoggiare Badoglio, i comunisti mostrano maggiore flessibilità

22 Agosto: Il PSI con la fusione col Movimento di Unità Proletaria, rinasce come Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP).

1944 d.C.   a.U.c.

9 Luglio: Al teatro Brancaccio Togliatti annuncia la disponibilità del suo partito ad una alleanza con la Democrazia Cristiana per una democrazia progressiva. Passerà alla storia come il discorso della "mano tesa".

18 Luglio: Si riunisce per la prima volta la Commissione per l'epurazione. presieduta da Lionello Manfredonia. Organo istituito con l'incarico di rimuovere dai loro incarichi le persone più coinvolte con il passato regime.

1946 d.C.   a.U.c.

24 Aprile: I Congresso della Democrazia Cristiana all'Aula Magna dell'Università la Sapienza.

1947 d.C.   a.U.c.

9 Gennaio: A Palazzo Barbini si svolge il XXV congresso Socialista. Voluto fortemente da Nenni per analizzare la situazione di attrito tra le componenti di maggioranza minoranza e con l'obiettivo di riunire le diverse posizioni, fallisce il suo scopo primario portando alla scissione dell'ala riformista.

11 Gennaio: Durante il XXV congresso socialista a Palazzo Barbeini, l'ala democratico-riformista guidata da Giuseppe Saragat, esce dal PSIUP e da vita al Partito Socialista dei Lavoratori Italiani (PSLI),

1948 d.C.   a.U.c.

14 Luglio: Togliatti subisce un attentato. Alle 11,30 mentre usciva da Montecitorio in compagnia di Nilde Iotti, viene colpito da tre colpi di pistola sparati a distanza ravvicinata. L'autore dell'attentato è Antonio Pallante, un giovane studente fortemente anticomunista. La CGIL proclama lo sciopero generale.

1949 d.C.   a.U.c.

28 Febbraio: Con la legge n.43 il Parlamento approva il piano INA-Casa: "Provvedimenti per incrementare l'occupazione operaia, agevolando la costruzione di case per lavoratori", (pubblicata in G.U. n.54 del 7 marzo 1949). La realizzazione del piano viene affidata all'INA.

1950 d.C.   a.U.c.

5 Marzo: Alla Casa dell'Aviatore, 253 delegati partecipano al convegno costitutivo della nuova confederazione UIL, Unione Italiana del Lavoro.

1952 d.C.   a.U.c.

21 Novembre: IV Congresso della Democrazia Cristiana al teatro dell'Opera di Roma.

1960 d.C.   a.U.c.

30 Giugno: Manifestazioni e scioperi contro il governo Tambroni.

1962 d.C.   a.U.c.

2 Dicembre: X Congresso del Partito Comunista Italiano al Palazzo dei Congressi dell'EUR.

1964 d.C.   a.U.c.

12 Gennaio: Al Palazzo dei Congressi dell'Eur si tenne un'assemblea della corrente di sinistra del PSI, guidata da Tullio Vecchietti. Il giorno 11 Vecchietti pronunciò un discorso politico riassumendo la situazione. Dopo due giorni di dibattito, viene proclamata la scissione dal PSI, e la nascita di un nuovo partito, il Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, PSIUP, di cui divenne segretario lo stesso Vecchietti.

1 | 25 su 47