Cronologia sport

Cronologia della storia di roma

404 d.C.   a.U.c.

1 Gennaio: Ultima competizione di gladiatori all'Anfiteatro Flavio.

1780 d.C.   a.U.c.

1 Giugno: All'interno dell'Augusteo, viene inaugurata una Plaza de Toros (89 metri di diametro) allestita dallo spagnolo Bernardino Matas per Giostre e Corridas a la Romana.

1810 d.C.   a.U.c.

15 Agosto: Per festeggiare l'onomastico di Napoleone I, piazza Navona viene trasformata in circo posticcio a 3 ordini di gradinate e viene svolta la prima corsa con fantino.

1814 d.C.   a.U.c.

Agosto: In un area della Villa Barberini, angolo Quattro Fontane e Via XX Settembre, viene realizzato uno Sferisterio, campo destinato al gioco del pallone con bracciale all'uso toscano.

1844 d.C.   a.U.c.

9 Marzo: Prima competizione ippica all'uso inglese. Don Alessandro Torlonia organizza una gara di corse nei prati di Roma vecchia. Durante la manifestazione chiamata Chesterfiel Hunt Raves, si svolgono sette gare.

1854 d.C.   a.U.c.

30 Marzo: Prima edizione della Corsa equestre di Siepi Grande Steeple Chase di Roma, sui terreni dei Prati Fiscali. Al proprietario del fondo, Angelo Bernardini, viene corrisposta una indennitÓ di 40 scudi romani.

1877 d.C.   a.U.c.

2 Aprile: Si svolge la prima cora al trotto (dei. sedioli) nel Circo di Massenzio.

1881 d.C.   a.U.c.

Aprile: Per far posto a nuove costruzioni, viene demolito lo Sferisterio Barberini su via XX Settembre.

1886 d.C.   a.U.c.

Aprile: La SocietÓ Corse in Roma, presieduta dal Marchese Alberto Theodoli, inaugura il nuovo Ippodromo delle Capannelle, progettato dall'Architetto Vietti Violi e realizzato da Giuseppe Tudini.

1887 d.C.   a.U.c.

Aprile: La SocietÓ di corse del Lazio, nell'ottica di realizzare un ippodromo per incoraggiare l'ippica nazionale, acquista le tenute di Tor di Quinto del Barone Michele Angelo Lazzaroni, membro del consiglio di amministrazione della societÓ stessa.

1889 d.C.   a.U.c.

Aprile: Per iniziativa di Romano Guerra viene costituita la SocietÓ Romana di Nuoto, prima societÓ di nuoto in Italia.

28 Marzo: Viene inaugurato l'Ippodromo di Tor di Quinto, progettato dall'ingegner Luigi Mazzanti per SocietÓ di corse del Lazio.

24 Novembre: A Roma si svolge il primo Concorso Ginnastico Nazionale a cui prendono parte tutte le SocietÓ ginnastiche federate.

1890 d.C.   a.U.c.

8 Marzo: Buffalo Bill perde la sfida nella doma di puledri contro i butteri dell'Agro Pontino capitanati dal cisternese Augusto Imperiali.

18 Maggio: Esibizioni di Corrida dei toreri Perico Campos e JosÚ Hernandez.

21 Giugno: A Palazzo Cini, Menotti Garibaldi (figlio di Giuseppe Garibaldi) comunica al Sindaco di Roma, la Costituzione della SocietÓ Ginnastica Roma. La prima provvisoria sede della palestra popolare Ŕ presso la Scuola Normale alle Terme di Diocleziano.

1891 d.C.   a.U.c.

Giugno: Il Ministro della Guerra Pelloux, concede alla SocietÓ Ginnastica Roma, un'area demaniale tra Via Genova e San Vitale per costruirvi un grande padiglione come sede stabile della Palestra popolare.

7 Giugno: Inaugurazione alla presenza del re Umberto del Poligono Tor di Quinto.

24 Ottobre: Sotto la direzione del Marchese Luciano del Gallo di Roccagiovine, ha inizio il primo Corso di Equitazione di campagna della Reale Scuola dell'Arma di Cavalleria, distaccamento della Scuola di Pinerolo.

1894 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Avviata la costruzione di un Velodromo fuori Porta Salaria.

1895 d.C.   a.U.c.

Ottobre: Ernesto Nathan diventa presidente della SocietÓ Ginnastica Roma.

18 Settembre: Al Velodromo Salario si svolge il primo incontro di calcio a Roma. L'incontro si svolge tra la SocietÓ di Scherma e Ginnastica Udinese e la SocietÓ Ginnastica Treviso, che sono nella capitale per partecipare ad alcune manifestazioni ginniche in occasione del XXV anniversario della breccia di Porta Pia. Sugli spalti, insieme a migliaia di persone, anche il Re Umberto I e la Regina Margherita.

1896 d.C.   a.U.c.

20 Settembre: Posa della prima pietra della nuova sede della SocietÓ Ginnastica Roma.

1897 d.C.   a.U.c.

Settembre: Il padiglione della SocietÓ Ginnastica Roma, viene distrutto da un incendio.

Febbraio: Gabrile Dannunzio partecipa ad una battuta organizzata dalla SocietÓ Romana della Caccia alla volpe, nella tenuta del Pineto. Il poeta annota nei suoi taccuini: "Ecco la pineta. ╚ su un terrapieno erboso, circondato d'una siepe secca. Gli alberi sono tutti eguali, allineati, come eletti per un rito, inviolabili. Segnano le ombre azzurrognole sul prato soleggiato. A sinistra, la prateria smaltata di margherite, il gran soffio della libertÓ nel deserto. I cani si lanciano sulla pista, squittendo, condotti dagli huntsmen. La campagna Ŕ accidentata, con avvallamenti e alture, interrotta da macchie basse. Il sole illumina tutto: un sole calmo e caldo. Nel lontano l'orizzonte Ŕ occupato dalla grande cupola, dalla pineta regolare come un portico bruno, da Monte Mario con i suoi cipressi, dalle cime nevose remote. Tutto Ŕ limpido. Un sentimento di gioia e di possanza quieta domina su la campagna divina. A tratti la cupola emerge dal portico dei pini. Roma giace in fondo biancastra, mite e ridente."

1 | 25 su 231