Comunicato stampaLeggi il comunicato stampa

Gli intellettuali e l’impegno politico dal ’68 alle primavere arabe

 07/03/2018

Valutazione: ★ ★ ★ 3 stelle

In occasione del 50° anniversario dei movimenti del Sessantotto, che hanno avuto diffusione e impatto a livello internazionale, l’Institut français d’Italie e la Galleria Nazionale presentano l’incontro Prendere posizione. Gli intellettuali e l’impegno politico dal ’68 alle primavere arabe. Quando grandi mobilitazioni sociali contestano l’ordine esistente e segnano delle fratture nella storia, sfidano la coscienza di tutti, a partire dagli intellettuali. Durante tutto il XX secolo, gli intellettuali europei hanno accompagnato le rivoluzioni, teorizzato, preso posizione. Dopo il ‘68, di fronte ai movimenti di oggi, come Nuit Debout e le primavere arabe è ancora così? Che fine ha fatto il ruolo pubblico dell’intellettuale di fronte ai grandi cambiamenti che attraversano le nostre società?

Un’occasione di dibattito in dialogo col pubblico, per riflettere su domande che il ’68 ha avuto il merito di aprire e che ancora oggi continuano ad essere vitali nel loro sollecitare risposte da parte della società nel suo complesso.

Prendere posizione si inserisce nel solco dei vari appuntamenti dedicati alle celebrazioni del Sessantotto già ospitati dalla Galleria Nazionale, a partire dalla mostra recentemente conclusa , a cura di Ester Coen.

Mercoledì 7 marzo 2018 ore 17.30
Sala delle Colonne
Ingresso libero

Intervengono
Bruno Manfellotto editorialista de L’Espresso
Gisèle Sapiro sociologa e direttrice di studi all’EDHESS
Francesca Corrao docente Lingua e Cultura Araba LUISS Guido Carli

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network

Menù Eventi

Tutte le sezioni dedicate agli Eventi