Informazioni e Dettagli

Informazioni su Irsifar Istituto Romano per la storia d'Italia dal Fascismo alla Resistenza

Valutazione: ★ 1 stelle

L' IRSIFAR, l'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza, costituito a Roma nel 1964 per iniziativa di Ferruccio Parri, fa parte della rete degli Istituti storici della Resistenza associati all'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia. Svolge attività di studio, di ricerca e di formazione nell'ambito della storia contemporanea, promuove iniziative culturali e pubblicazioni. I temi principali che caratterizzano la fisionomia scientifica dell'Istituto sono la storia della Resistenza, la storia sociale e politica di Roma e del Lazio, il rapporto tra storia e memoria, l'uso pubblico della storia, la storia dell'Italia repubblicana. Importante è l'impegno nella ricerca didattica: "insegnare la contemporaneità" è da anni al centro della riflessione e delle iniziative per la formazione degli insegnanti e degli studenti. L'Istituto possiede una biblioteca specializzata con catalogo informatizzato; l'archivio - riconosciuto di "notevole interesse storico" e tutelato dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio - è costituito da tre sezioni: la prima conserva fondi e ricerche relative alla Resistenza a Roma e nel Lazio; la seconda un'ampia documentazione sui movimenti politici giovanili dagli anni Sessanta agli anni Novanta del '900; la terza contiene l'archivio privato dello storico Nicola Gallerano. Tutti i fondi sono consultabili in rete (www.archividelnovecento.it). La biblioteca e l'archivio rappresentano un patrimonio importante per la ricerca e la divulgazione storica, un patrimonio che l'IRSIFAR conserva ed arricchisce affinché sia sempre più fruibile alla collettività e alle diverse esigenze di studio e di approfondimento. L'IRSIFAR pubblica con regolarità L'Annale Irsifar e, dal 1998, ha istituito un premio annuale, riservato a una tesi di laurea in storia contemporanea, intitolato alla memoria di Nicola Gallerano.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network