Informazioni e Dettagli

Informazioni su ICCU Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane

Valutazione: ★ 1 stelle

L'Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU ) assume l'attuale denominazione nel 1975 a seguito della costituzione del Ministero per i beni e le attivitā culturali, subentrando al Centro nazionale per il catalogo unico creato nel 1951 con il compito di catalogare l'intero patrimonio bibliografico nazionale. Questo obiettivo č oggi perseguito grazie ad una strategia di forte cooperazione tra le biblioteche, anche di diversa titolaritā amministrativa, a garanzia dello sviluppo di servizi di uguale livello su tutto il territorio nazionale. Risultato di tale cooperazione č la realizzazione del Servizio Bibliotecario nazionale (SBN), la rete informatizzata di servizi nazionali aIla quale sono collegate biblioteche dello Stato, degli Enti locali e delle Universitā, che contribuiscono alla creazione del catalogo collettivo nazionale in linea gestito dall'Istituto. Nell'intento di migliorare la conoscenza delle raccolte bibliografiche e di semplificarne l'accesso per l'utente, l'Istituto promuove e coordina censimenti nazionali dei manoscritti, delle edizioni italiane del XVI secolo, delle biblioteche presenti in Italia. A supporto dell'attivitā di catalogazione delle biblioteche in Italia, l'Istituto ha la responsabilitā di indirizzare, produrre, adattare alla realtā italiana e diffondere le norme standard per la catalogazione delle diverse tipologie di materiali dai manoscritti ai documenti multimediali. L'Istituto, che ha come referente la Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali, esplica funzioni di coordinamento - nel rispetto delle autonomie delle biblioteche - nell'ambito del Servizio Bibliotecario Nazionale e dei progetti di catalogazione realizzati mediante l'utilizzo delle nuove tecnologie dell'informazione.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network