Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ★ ☆ ☆

Monumento Scomparso!

Data: 1577 / 1835

Cronologia

/6/1576: La famiglia peretti compra la vigna Guglielmini, nella valle tra il Viminale e l'Esquilino, presso la basilica di Santa Maria Maggiore. Gran parte del denaro sborsato derivava dalla dote di Vittoria Accoramboni, moglie del nipote Francesco, cosicché il contratto fu fatto a nome della sorella del cardinale Felice Peretti, Camilla.

/1/1578: Il cardinale Felice Peretti regolarizza l'acquisto della vigna all'Esquilino comprandola vigna dai suoi parenti.

1580: Il cardinale Felice Peretti raddoppia le sue proprietà all'Esquilino mediante l'acquisizione di altre due vigne adiacenti.

3/3/1858: Siglato un nuovo atto di concessione per i lavori di costruzione della ferrovia Roma-Confine (Ceprano). Sono incluse nuove condizioni economiche e in conseguenza la società si ricostituisce come Società privilegiata Pio-Latina delle strade ferrate da Roma a Frascati e da Roma al confine Napolitano. Si decide di unificare in un unico edificio gli arrivi e le partenze delle linee Roma-Frascati e Roma-Ceprano da realizzare presso la Villa Massimo, già Peretti Montalto. La nuova ferrovia viaggierà unificata fino a Ciampino (km 12) diramandosi in due tronconi per Frascati (7 km) mentre l'altro ramo proseguirà in direzione di Cecchina (Albano).

1888: In occasione della distruzione della villa Peretti, la Fontana del Prigione viene acquistata dal Comune di Roma e portata a pezzi nei giardini di Via del Quirinale dove si pensava di ricostruire.

autori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network