Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ★ ☆ ☆

Monumento Scomparso!

Data: 1621 / 1887

Cronologia

1733: Papa Clemente XII ottiene dalla principessa Ludovisi la donazione dell'obelisco degli Orti Sallustiani, giacente a Villa Ludovisi, per innalzarlo in Piazza San Giovanni, di fronte alla facciata principale che Alessandro Galilei stava costruendo. I tre pezzi sono portati ed allineati in terra vicino alla Scala Santa (mappa Nolli n.13). Gli architetti da lui interpellati lo dissuadono presto dal progetto, dove avrebbe dovuto sostenere il confronto con il gigantesco colosso Sistino.

1825: Il principe Luigi Boncompagni Ludovisi compra la Villa Belloni-Cavalletti (ex ville Altieri e Verospi), inglobandole nella Villa Ludovisi.

1843: Viene scoperto il basamento orginale dell'obelisco sallustiano durante i lavori nel giardino di Villa Ludovisi. Viene collocato nei pressi dell'ingresso.

1858: Antonio Ludovisi Buoncompagni acquista da Antonio Santacroce villa Borioni. Si completa l'espanzione della villa Boncompagni Ludovisi, raggiungendo l'estenzione di 247.000 metri quadrati.

1883: Rodolfo e Ignazio Boncompagni Ludovisi decisero la lottizzazione della villa Ludovisi.

1886: Sotto gli auspici del sindaco di Roma, duca Leopoldo Torlonia, i Ludovisi firmano una convenzione con la SocietÓ Generale Immobiliare per la lottizzazione della villa Ludovisi.

1887: Durante i lavori urbanistici del nuovo a Villa Ludovisi viene scoperto il cosidetto Trono Ludovisi.

1901: Lo stato acquista 104 pezzi della collezione d'arte antica della famiglia Boncompagni Ludovisi.

Committenti e finanziatori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network