Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆★ ★ 2 stelle

Data: 1830 

Cronologia

1922: La famiglia Campanari (eredi Wolkonsky) vendono la propria villa al governo tedesco per farne la residenza dell'ambasciatore a Roma.

27/9/1943: Kappler convoca presso il proprio ufficio a Villa Wolkonsky il rabbino capo della ComunitÓ israelitica di Roma, FoÓ, e il suo presidente Almansi, intimando loro la consegna, entro trentasei ore, di almeno 50 chilogrammi d'oro, minacciando altrimenti la deportazione di duecento ebrei romani verso la Germania. L'oro fu raccolto e consegnato con un ritardo di poche ore, comunque entro i limiti di una breve proroga accordata dallo stesso Kappler ai responsabili della ComunitÓ ebraica romana, che contava circa 12.000 persone, per raccogliere tutto l'oro richiesto.

/6/1944: Il governo italiano, tenuto conto del suo uso per scopi non-diplomatici, sequestra la Villa Wolkonsky alla Germania.

1951: Il governo Inglese compra formalmente la proprietÓ di Villa Wolkonsky.

Autori e progettisti

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network