Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Monumento Scomparso!

Cronologia

19/5/1882: La commissione del Piano Regolatore, dopo 5 mesi di studi, presenta al Consiglio Comunale la relazione dal titolo "Piano edilizio Regolatore e di ampliamento della cittą di Roma in relazione alla legge sul concorso dello Stato nelle opere edilizie". La commissione apportata diverse modifiche rispetto alle proposte formulate dal Piano Regolatore del 1873 (approvato ma mai reso operante in termini di legge), ad esempio predisponendo precise indicazioni rispetto al tracciato della via che da piazza Venezia conduceva al Tevere ed al Vaticano (l'attuale Corso Vittorio Emanule II).

1883: Cominciano gli sventramenti per la realizzazione del primo tratto di Corso Vittorio Emanuele II. Demolizione dei palazzi a destra di Via dei Cesarini e nella strada della Valle (tra Sant'Andrea della Valle e la Cancelleria), i palazzi addossati al Palazzetto Le Roy, Palazzo Galli, parte del Palazzo Pichi Lovatti, Palazzo Trulli, la chiesa di Sant'Elisabetta dei Fornari, le scuderie sul lato settentrionale di Palazzo Vidoni.

Descrizione

Compare al numero 627 nella pianta del Nolli del 1748.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network