Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Codice identificativo monumento: 13123

Cronologia

1868

Scavi di J. H. Parker intorno all'abitazione del vignarolo di San Gregorio. Si ipotizza la scoperta di resti della Porta Capena.

1877

Ultima ripresa degli scavi all'Osteria di Porta Capena. Scavo integrale della cantina della torre del vignarolo di San Gregorio e scoperta del seondo fornice della Porta Romana.

7/10/1880

Il Commissariato per la liquidazione dell'Asse Ecclesiastico suddivide la supericie della vigna di San gregorio in due parti: il settore superiore, corrispondente all'area retrostante la chiesa e il monastero, viene ceduto al Comune di Roma, mentre quello inferiore, comprendente il pendio del Celio sino alla via di porta San Sebastiano, viene lottizzato per essere venduto a privati.

29/12/1880

Asta pubblica bandita dal regio Commissariato per la vendita dei lotti della ex vigna di San Gregorio. Pietro Lepori acquista i due lotti dove è presente l'abitazione del vignarolo di San Gregorio, per poi affittarli a terzi che vi impiantarono due diverse attività: la ditta ugo Spangher di Milano nell'ex fienile (specializzata nella costruzione di pavimenti in legno); nella torre l'Osteria di Porta Capena (Dietro il pagamento di un biglietto pari a 20 centesimi, era possibile scendere nei sotterranei dell’osteria per visitare i resti dell’antica porta Capena).

14/6/1909

La Commissione reale per la Zona Monumentale di roma blocca le demolizioni (avviate per la realizzazione della passeggiata archeologica) dell'osteria di porta Capena. Si conserva solo la base della torre ed i ruderi (poi interrati) delle mura della Porta Capena.

Gruppi e Istituzioni

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network