Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Monumento Scomparso!

Data: 1901 / 1944

Cronologia

4/3/1887: Deliberazione del Consiglio comunale che (per supportare lo sviluppo commerciale dell'Agro romano dopo la legge di bonifica) determinava le località dove realizzare due nuovi ponti suburbani sul Tevere: Magliana e Castel Giubileo. La scelta è concordata con il Ministero dell'Agricoltura, Industria e Commercio con parere favorevole della Commissione agraria per il bonificamento dell'Agro romano.

23/3/1888: Proposta di deliberazione n.45, approvata all'unanimità dal Consiglio comunale, che sbloccava la costruzione dei due ponti suburbani sul Tevere, e relativo appalto a licitazione privata. Nella delibera si legge: “Opera lungamente desiderata e più volte sollecitata è la costruzione di due ponti l’uno a monte, l’altro a valle di Roma. A monte fu scelto il punto di convergenza delle vie Tiberina e Flaminia, sulla destra a circa nove chilometri dal Ponte Milvio, nell’insenatura del Tevere di fronte a Castel Giubileo, e sulla sinistra con la via Salaria”.

25/5/1901: Inaugurato il Ponte Cavour. Il Comune di Roma riscatta la vicina passerella di Ripetta, ormai inutile e decise di trasferire la struttura in ferro alla Magliana. Essendo lunga 100 metri (troppo corta per congiungere le due sponde del fiume che in quel tratto è largo 130 metri), viene divisa in due tronconi, lasciando al centro un ponte levatoio ad azionamento elettrico per consentire il transito anche dei vaporetti più alti.

20/8/1910: Vittorio Ugolino Vivaldi Pasqua, marchese di San Giovanni, parte con il suo aereo dall'aereoporto di Centocelle per un sorvolo di Maccarese, Ladispoli e Civitavecchia. Giunto al Ponte della Magliana, il motore si arresta e si schianta al suolo, morendo. E' il primo incidente dell’aviazione italiana.

12/2/1944: Bombardamenti alleati sulle zone di Santa Maria Maggiore e San Giovanni. Un aereo alleato bombarda anche la stazione ferroviaria di Mercato Nuovo e distrugge la Passerella della Magliana.

Descrizione

Del Vecchio Ponte della Magliana rimangono oggi, ancora visibili, la stampella in riva sinistra su via del Cappellaccio (che fa da cavalcavia sull’Ostiense), la già citata cabina dei comandi elettrici e, sulla riva opposta, la stampella su via Asciano.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network