Storia del Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ★ ★ ☆ ☆ 2 stelle

Data: 1790 

Cronologia

1866: I Braschi, ormai indebitati, organizzano una lotteria con in palio il palazzo. L'iniziativa non raggiunge la vendita di biglietti necessaria.

1871: Palazzo Braschi č acquistato dallo stato italiano. Vi č installato Il Ministero degli Interni e la presidenza del Consiglio dei Ministri..

1925: Il Ministero degli Interni si sposta da palazzo Braschi al nuovo edificio costruito al Viminale.

1925: A palazzo Braschi si installa il sottosegretariato delle Pensioni di Guerra.

1930: A palazzo Braschi si installa la Federazione Fascista dell'Urbe.

1949: Viene ricostituita la Galleria Comunale d'Arte Moderna che riapre al pubblico a Palazzo Braschi.

1952: Il Museo di Roma si sposta a Palazzo Braschi. La vecchia sede del Palazzo della Pantanella divenne sede di alcuni uffici comunali, tra i quali l'ufficio elettorale.

1956: Le statue di Francesco Mochi a Ponte Milvio vengono sostituite da copie e spostate al museo di Palazzo Braschi.

1963: La Galleria comunale d’Arte Moderna viene trasferita da Palazzo Braschi al Palazzo delle Esposizioni.

1972: Per i lavori nel palazzo, le opere della Galleria comunale d’Arte Moderna vengono trasferite nei depositi di Palazzo Braschi ed in altri immobili comunali.

Personaggi collegati

Autori e progettisti

Ordini ed istituzioni

Casati e Famiglie

url Condividi pagina Condividi la pagina sui social network


torna ad inizio pagina
torna ad inizio paginahome page trovavisite e passeggiatemeravigliemonumentieventigastronomialinkstradenewscondividi paginaricerca
Info.roma.it è un progetto sostenuto dai soci e dalle Donazioni. Contribuisci al suo sviluppo! Cf 97455510582     Ringraziamenti   Privacy policy

Prenotazione visita guidata