Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Codice identificativo monumento: 1785

Cronologia

1598: L'oratoriano spagnolo Francesco Soto, con il sostegno della contessa Fulvia Sforza di Santa Fiora, avvia la costruzione del primo monastero romano delle Monache Carmelitane Scalze di Santa Teresa d'Avila, nella zona presso via Sistina denomita ad Capita Domorum. La comunitÓ Ŕ inizialmente composta da 10 suore.

14/8/1598: Consacrazione della chiesa di San Giuseppe Capo le Case.

1717: Madre Maria Serafina, superiora del monastero di San Giuseppe a Capo le Case, commissiona all'architetto Tommaso Mattei, la costruzione di "una Scala Santa per consolazione comune di questo nostro Monastero".

15/5/1718: Papa Clemente XI Albani, assieme a vari porporati e prelati della Curia Romana, partecipa all'inaugurazione e benedizione, della Scala Santa del monastero di San Giuseppe a Capo le Case.

1879: Il Museo Artistico Industriale viene trasferito nell'ex Monastero di San Giuseppe Capo Le Case.

1912: A causa di crolli, il Museo Artistico Industriale e le scuole collegate vengono trasferiti dal Convento di Capo le Case a San Pietro in Vincoli, giÓ sede della FacoltÓ Universitaria di Ingegneria.

8/1/1913: Durante la notte, crolla il muro perimetrale fatto costruire dalla SocietÓ Italiana per Imprese Fondiare per sostenere il terrapieno del giardino al confine con il Museo artistico Industriale ed il Convento delle Suore Carmelitane scalze. A seguito del forte smottamento, crolla il palazzo di Via del Tritone 87, seppellendo tutti i suoi abitanti nel sonno.

1932: Le suore Carmelitane scalze del monastero di San Giuseppe a Capo le Case, si trasferiscono in una nuova sede a via Ancillotto 6.

1995: Le collezioni disperse della Galleria Comunale d'Arte Moderna vengono riordinate e riunite nell'ex convento delle Carmelitane.

autori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network