Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆★ ★ ★ ★ 4 stelle

Data: 1921 

Cronologia

1916: Palazzo Venezia viene espropriato all'Austria e scelto come sede di un grande museo nazionale di arte medievale e rinascimentale. Vi confluiscono gli oggetti provenienti dal disperso Museo Kircheriano, dalla Galleria Nazionale d'Arte Antica e soprattutto le collezioni raccolte a Castel Sant'Angelo per l'Esposizione Internazionale d'Arte del 1911.

1957: Nuovo allestimento del Museo di Palazzo Venezia disposto su tutto il piano nobile ed arricchito dai preziosi frammenti marmorei duecenteschi, dalle stoffe copte, dalle maioliche, dalle statue lignee, dalle serrature e dagli elementi di arredo pervenuti dal disciolto Museo Artistico Industriale.

1959: Lo Stato Italiano acquista circa 1200 pezzi della collezione di armi bianche e da fuoco del principe Ladislao Odescalchi, ospitandoli nelle collezioni del Museo di palazzo Venezia.

1983: Nuovo allestimento del Museo di Palazzo Venezia lungo le sale dell'appartamento Cybo che ospita raccolte divise per tipologia: dipinti, sculture lignee e pastelli, cui seguono, nel corridoio dei cardinali, le porcellane, bronzetti, mobili, maioliche, terrecotte, armi, mentre nel loggiato esterno è il lapidario. Nelle sale studio, sono raccolti argenti, avori, vetri dipinti, porcellane occidentali e orientali.

Opere d'arte e decorazioni

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network

torna ad inizio pagina
torna ad inizio paginahome page trovavisite e passeggiatemeravigliemonumentieventigastronomialinkstradenewscondividi paginaricerca
Info.roma.it è un progetto sostenuto dai soci e dalle Donazioni. Contribuisci al suo sviluppo! Cf 97455510582     Ringraziamenti   Privacy policy

Prenotazione visita guidata