Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ★ ☆ ☆

Data: 1838 / 1876

Cronologia

1809: La Gran Guardia del Comando della Piazza di Roma si installa nel Palazzo del Viceregente del Vicariato.

1811: Primi scavi a Veio effettuati da Andrea Giorgi in località Macchiagrande. Nell'area del foro romano, sono ritrovate 12 colonne ioniche (che saranno utilizzate nel 1838 ad ornamento del portico del Palazzo delle Poste a Piazza Colonna), e 12 colonne di marmo bigio (riutilizzate nel 1835 nella cappella di San Benedetto nella basilica di San Paolo).

1847: Una colonna del portico di Palazzo Wedekind (provenienti da Veio), poichè era fessurata, viene spostata a Piazza San Francesco a Ripa e sostituita con una copia.

/9/1869: Il Circolo di San Pietro trova sede in un appartamento preso in affitto all' ultimo piano del palazzo Wedekind.

1871: Il Palazzo delle Poste pontificie a Piazza Colonna viene sequestrato per essere adibito a sede del ministero dell'Educazione del Regno d'Italia.

29/10/1871: L'Ospizio apostolico San Michele, a causa della grave situazione economica, è costretto a stipulare un accordo con il Governo Italiano. Sono cedute le sue proprietà immobiliari, per 2.000.000 di lire e una rendita (comunque insufficiente alle reali necessità di gestione).

1878: Il Palazzo delle Poste Pontificie viene messo all'asta dal demanio dello Stato ed acquistato dal ricco banchiere Karl Wedekind, per farne la sua nuova residenza.

25/2/1888: Il Circolo di San Pietro cambia sede da palazzo Wedekind a Palazzo Sinibaldi.

1896: Nel portico di Palazzo Wedekin apre il Caffè Sommariva.

1918: Palazzo Wedekind viene acquisito dalla società editrice del quotidiano Il Tempo.

2/6/1937: La Galleria di Roma si trasferisce da Via Veneto a Palazzo Wedekind. Il governatore Giuseppe Bottai visita la prima mostra, Omaggio a sedici artisti italiani (fra gli altri, Boccioni, Carrà, Modigliani, Casorati, de Chirico , Morandi, Ferrazzi, Martini, Severini, Sironi). Dario Sabatello è il nuovo direttore.

5/8/1938: Esce il primo numero della rivista La difesa della razza. Benito Mussolini assegna Palazzo Wedekind come sede della nuova rivista.

/1/1940: La Galleria di Roma si trasferisce da Palazzo Wedekind al Teatro delle Arti, all'interno del Palazzo della Confederazione Professionisti e Artisti. Nella prima mostra espongono Renato Guttuso, Virgilio Guzzi, Luigi Montanarini, Orfeo Tamburi, Alberto Ziveri e Pericle Fazzini.

/9/1943: Palazzo Wedekind diventa la sede del partito fascista.

1945: Palazzo Wedekind torna ad essere la sede del quotidiano Il Tempo, che prende in affitto l'immobile dall'Inps.

/10/2016: Liberati i locali dalla redazione del quotidiano Il Tempo, l'authority del Garante della Privacy si trasferisce nella nuova sede a Palazzo Wedekind.

autori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network