Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ★ ☆ ☆

Data: 1592 / 1605

Codice identificativo monumento: 296

Cronologia

11/8/294: L'imperatore Diocleziano ordina la decapitazione di sua nipote Susanna, fervente Cristiana che aveva rifiutato di rompere il suo voto di castità e di andare sposa a Massimiliano Galerio, figlio adottivo dell’imperatore stesso. Secondo le fonti agiografiche la condanna avviene nella stessa casa della martire. Serena, moglie dello stesso Imperatore, anch'ella cristiana, fa trasportare il corpo della nipote nelle catacombe di Santa Felicita.

7/10/1587: Papa Sisto V, con Breve "Sacrosancta Romana Ecclesia" concede la Chiesa di santa Susanna alle Terme di Diocleziano alla Comunità Monastica Cistercense di san Bernardo, come nuova e più ampia sede. La Confraternita di san Bernardo, che aveva già sostenuto la fondazione dell'istituzione, affinchè il luogo risultasse confacente al tipo di vita contemplativa e claustrale che vi si doveva condurre, compraro dai signori Gaetani (al prezzo di millecinquecento scudi) la loro vigna che fiancheggiava la chiesa.

1922: La Comunità monastica di Santa Susanna, accetta di ospitare nella Chiesa alcuni padri della Congregazione missionaria di San Paolo, nata negli U.S.A., perché esercitassero la cura pastorale dei loro connazionali nella città eterna.

1924: Il Cardinale Oreste Giorgi, sollecitato dalla Comunità monastica, rivendica a mezzo del titolo cardinalizio la proprietà del monastero rimasto, dove vivevano le monache, e della stessa chiesa.

Progetto

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network