Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ★ ★ ★ ★ ★ 5 stelle

Data: 1424 / 1730

Cronologia

/5/1431: Al cospetto del clero e del popolo, Eugenio IV instaura un processo contro i due fratelli Antonio Colonna principe di Salerno e Odoardo Colonna conte di Celano, accusati di aver rubato danaro, arredi ed oggettipreziosi di proprietà della Chiesa fatti trasportare durante il papato di Martino V nel proprio palazzo.

30/5/1484: Girolamo Riario e Gentile Virginio Orsini assalgono di notte la residenza del Cardinale Giovanni Colonna, appiccano il fuoco e fanno prigioniero il protonotaro apostolico Lorenzo Colonna.

29/6/1722: Innocenzo XIII concede l'investitura del Regno delle Due Sicilie a Carlo VI. Viene ripristinata la festa della chinèa, il tributo che il re di Napoli pagava allo Stato Pontificio, in quanto detentore dei diritti feudali sul regno. Fabrizio Colonna, connestabile a Roma di Carlo VI, organizza la cerimonia, facendola partire dal proprio palazzo ai Santi Apostoli.

/11/1829: La creazione del nuovo spazio espositivo a Piazza del Popolo, aveva posto l’attenzione sulla necessità della creazione di un sistema espositivo organico e regolare, al di fuori della pratica privatistica delle visite negli studi. Un gruppo composto da artisti e da sostenitori delle arti si riunisce a Palazzo Colonna per organizzare modalità e tempi di un’esposizione pubblica annuale, da svolgere in una sede ancora da definire. Prima riunione per la fondazione della Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti.

12/12/1829: Riunione a Palazzo Colonna dove si definiscono le cariche istituzionali della Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti. Viene eletto presidente Luigi Santacroce, duca di Corchiano, membro della deputazione dei pubblici spettacoli, che aveva già presieduto a due riunioni deliberative, al re di Baviera, Ludwig I, viene riservata la carica di presidente perpetuo. La carica di tesoriere è affidata al duca Carlo Torlonia.

1883: Nella coffè house del palazzo Colonna, all'angolo tra Piazza dei Santi Apostoli e Via Nazionale, si inaugura il Gran Caffè Pasticceria Latour.

1935: Il Gran Caffè Pasticceria Latour di Palazzo Colonna cessa le attività.

Autori e progettisti

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network