Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆★ ★ ★ ★ 4 stelle

Data: 1612 / 1633

Cronologia

28/2/1656: Carosello nel cortile di palazzo Barberini in onore di Cristina di Svezia.

1814: In un area della Villa Barberini, angolo Quattro Fontane e Via XX Settembre, viene realizzato uno Sferisterio, campo destinato al gioco del pallone con bracciale all'uso toscano.

1881: Per far posto a nuove costruzioni, viene demolito lo Sferisterio Barberini su via XX Settembre.

1934: La famiglia Barberini concede in affitto, una cospicua parte del loro palazzo al Circolo Ufficiali delle Forze Armate (con un contratto in scadenza nel 1953).

6/9/1946: Vittorio Emanuele III di Savoia, in procinto di partire per l’esilio, scrisse all’allora Presidente del Consiglio dei Ministri, Alcide De Gasperi, un biglietto in cui esprimeva la volontà di lasciare al popolo italiano la propria collezione di monete. Ufficialmente accettata dallo Stato italiano con Decreto n.108, la raccolta viene in un primo momento affidata in custodia all'Istituto Italiano di Numismatica a Palazzo Barberini.

9/1/1947: A Palazzo Barbini si svolge il XXV congresso Socialista. Voluto fortemente da Nenni per analizzare la situazione di attrito tra le componenti di maggioranza minoranza e con l'obiettivo di riunire le diverse posizioni, fallisce il suo scopo primario portando alla scissione dell'ala riformista.

11/1/1947: Durante il XXV congresso socialista a Palazzo Barbeini, l'ala democratico-riformista guidata da Giuseppe Saragat, esce dal PSIUP e da vita al Partito Socialista dei Lavoratori Italiani (PSLI),

1949: Il Palazzo Barberini viene acquistato dallo Stato italiano.

1953: Palazzo Barberini viene preposto ad ospitare la Galleria Nazionale di Arte Antica insieme a Palazzo Corsini.

5/11/1968: Con Decreto Legge, viene definitivamente assegnata alla Soprintendenza Archeologica di Roma la collezione numismatica di Vittorio Emanuele III.

Personaggi Realizzatori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network