Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆★ ★ ★ 3 stelle

Data: 1878 / 1883

Cronologia

1880: La Società degli Amatori e Cultori delle Belle Arti in Roma lascia alla Provincia di Roma gli ambienti della dogana per spostarsi al nuovo palazzo delle esposizioni.

6/6/1880: Re Umberto I pone la prima pietra del Palazzo delle Esposizioni in via Nazionale.

1883: Durante la prima esposizione internazionale d'Arte a Palazzo dell'Esposizioni, il comune di Roma acquista dall’artista Ettore Roesler Franz, i primi 40 acquerelli della prima serie di Roma Sparita. Inizialmente sono conservati nel Palazzo Senatorio in Campidoglio.

21/1/1883: Re Umberto I inaugura il Palazzo dell'Esposizioni. Prima esposizione internazionale d'Arte organizzata dalla Società degli Amatori e Cultori di Belle Arti. Acquisizioni di molte opere da parte dello stato per incrementare le collezioni della neonata Galleria nazionale e dal Comune di Roma.

26/7/1883: Regio decreto che istituisce in Roma la nascita della Galleria d'arte moderna. Inizialmente non ha una collezione, alla quale si comincia a provvedere con acquisti alle esposizioni nazionali, né una sede. Si colloca provvisoriamente allo stesso Palazzo delle Esposizioni di Roma.

/11/1914: Il Sindaco di Roma don Prospero Colonna, concede il Palazzo delle Esposizioni quale sede della collezioni del Museo Coloniale. Gli oggetti vengono però accatastati negli scantinati. Gli eventi bellici destinano invece il Palazzo delle Esposizioni a sede del Comitato di mobilitazione civile e le casse con gli oggetti furono spostati negli scantinati di Palazzo Chigi.

1927: Il Governatorato di Roma vara un piano di riordino e razionalizzazione delle iniziative a carattere espositivo sul territorio nazionale, con l'istituzione delle Esposizioni Quadriennali d’Arte Nazionale a Roma e lasciando alla Biennale di Venezia lo svolgimento di manifestazioni internazionali.

9/10/1927: Mussolini inaugura la Mostra del grano al Palazzo delle Esposizioni.

1929: Mostra d'Arte marina.

1931: I edizione della Quadriennale d'arte.

1931: Prima Mostra Internazionale d'Arte Coloniale al Palazzo delle Esposizioni

28/10/1932: Per il decimo anniversario della Marcia su Roma, Mussolini inaugura la Mostra della rivoluzione fascista al Palazzo dell'Esposizione di via Nazionale.

1935: II edizione della Quadriennale d'arte.

23/9/1937: Mussolini inaugura la Mostra Augustea della Romanità allestita nel palazzo delle Esposizioni in occasione del bimillenario della nascita di Augusto. Viene utilizzato gran parte del materiale presente nel Museo dell'Impero romano alla pantanella.

6/5/1938: Adolf Hitler torna a Roma, dopo il viaggio a Napoli. Arriva in treno alla stazione Termini, ricoperta da una scenografia posticci a causa dei lavori in corso. Nei tre giorni successivi visita, i Musei Capitolini, l'Ara Pacis, la Mostra della Romanità e il complesso delle Terme di Diocleziano.

28/9/1938: Mussolini partecipa, da un palco realizzato sulla scalinata del Palazzo dell'Esposizioni, alla parata militare delle camicie nere a Via Nazionale,

4/11/1938: Si conclude la Mostra sulla Romanità a palazzo delle Esposizioni. Si decide di renderla permanente in un Museo della Civiltà Romana con sede nel nuovo quartiere dell'EUR, in occasione dell'Esposizione Universale prevista per il 1942.

5/2/1939: III edizione della Quadriennale d’Arte.

16/5/1943: IV edizione della Quadriennale d’Arte.

18/12/1951: VI edizione della Quadriennale d’Arte.

22/11/1955: VII edizione della Quadriennale d’Arte.

28/12/1959: VIII edizione della Quadriennale d’Arte.

1963: La Galleria comunale d’Arte Moderna viene trasferita da Palazzo Braschi al Palazzo delle Esposizioni.

20/11/1965: IX edizione della Quadriennale d’Arte.

1972: Per i lavori nel palazzo, le opere della Galleria comunale d’Arte Moderna vengono trasferite nei depositi di Palazzo Braschi ed in altri immobili comunali.

16/11/1972: X edizione della Quadriennale d’Arte.

9/7/1992: XII edizione della Quadriennale d’Arte.

1998: Viene costituita l'Azienda Speciale Palaexpo. per garantire una più agile gestione del palazzo delle Esposizioni dal punto di vista amministrativo, e soprattutto l'elaborazione e l'attuazione di programmi culturali decisi all'interno della struttura.

18/6/1999: XIII edizione della Quadriennale d’Arte.

19/7/2008: XV edizione della Quadriennale d’Arte.

13/10/2016: XVI edizione della Quadriennale d’Arte.

Autori e progettisti

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network