Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆★ ★ ★ 3 stelle

Data: 1937 / 1947

Cronologia

25/2/1863: La prima stazione ferroviaria a Termini viene aperta al pubblico con il nome di Stazione Centrale delle Ferrovie Romane.

2/7/1868: Con una cerimonia d'inaugurazione alla presenza del papa Pio IX, iniziarono i lavori preliminari per il fabbricato viaggiatori della stazione Termini.

22/4/1873: Inaugurata la seconda stazione ferroviaria di Termini. La linea Roma-Frascati viene collegata con la nuova stazione e la vecchia stazione di Porta Maggiore viene demolita.

1883: Installata l'illuminazione elettrica sotto le tettoie e nei locali interni della stazione Termini.

5/6/1887: Inaugurazione del Monumento ai Cinquecento caduti di Dogali, posto di fronte alla stazione Termini. La Piazza Termini cambia nome nell'occasione in Piazza dei Cinquecento.

1905: Con l'unificazione della rete ferroviaria nazionale, la stazione Termini passa sotto la diretta gestione delle neo-costituite Ferrovie dello Stato. La facciata viene modificata con nuovi coronamenti rettangolari con timpano ad arco ribassato e pensiline a protezione degli ingressi. Al centro viene collocato un grande orologio.

1/7/1905: Nascono le Ferrovie dello Stato. Con l'entrata in vigore della legge 137 del 22 aprile 1905 sul riordino delle ferrovie detta "legge Fortis", lo Stato assume la gestione diretta delle reti gestite in precedenza dalle compagnie private.

4/11/1921: La salma del Milite Ignoto è trasportata dalla Stazione Termini, con un solenne corteo lungo via Nazionale e tumulata sotto l’Altare della Patria, alla presenza di re Vittorio Emanuele III.

1925: Per ragioni urbanistiche, il monumento ai caduti di Dogali, viene spostato dalla fronte della stazione Termini a i giardini di Viale Einaudi.

1930: Ristrutturazione della stazione Termini. Nuova colorazione e sui prospetti compaiono i fasci littori.

24/2/1937: Mussolini nella zona dei lavori per la costruzione della stazione Prenestina e l'ammodernamento della stazione Termini. A copli di piccone, inizia la demolizione dell'antica stazione centrale. Di seguito visita i lavori per la costruzione della stazione Prenestina.

6/5/1938: Adolf Hitler torna a Roma, dopo il viaggio a Napoli. Arriva in treno alla stazione Termini, ricoperta da una scenografia posticci a causa dei lavori in corso. Nei tre giorni successivi visita, i Musei Capitolini, l'Ara Pacis, la Mostra della Romanità e il complesso delle Terme di Diocleziano.

3/2/1939: Approvazione del progetto definitivo di Mazzoni per la nuova stazione termini. Un avancorpo monumentale con un porticato imponente e un atrio di 12mila mq. completamente vuoto.

10/9/1943: Ultimo combattimento per la difesa di Roma, la sera alla stazione Termini. Il maggiore Carlo Benedetti, 13 soldati e numerosi civili difende un convoglio che ospita un comando operativo. Gli italiani hanno le armi individuali, i tedeschi una mitragliera da 20mm. Alle 21 lo scontro si conclude con la morte di 6 militari e 41 civili, dei quali 8 sconosciuti.

24/1/1944: I GAP Centrali, mette una bomba nel posto di ristoro tedesco alla stazione Termini. L'esplosione causa 20 morti e diversi feriti.

20/12/1950: Inaugurata la nuova Stazione Termini.

8/7/1954: Inaugura negli ambienti della Stazione Termini il Museo Ferroviario .

26/9/1993: Cambiamenti nella tratta ferroviaria Roma Fiumicino Areoporto. Nuovo collegamento ferroviario regionale, con capolinea alla Stazione Tiburtina (e fermate intermedie a Nomentana, Tiburtina, Tuscolana, Ostiense e Trastevere). Il collegamento rapido Leonardo Express, fa invece capolinea alla Stazione Termini.

23/12/2006: La Stazione Termini viene dedicata a Papa Giovanni Paolo II.

Autori e progettisti

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network