Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆☆★ 1 stella

Cronologia

16/3/1861: L'archeologo Lorenzo Fortunati, con l'appoggio del cardinale Camillo Di Pietro, avvia una campagna di scavo nella zona lungo la via Prenestina, tra le tenute di Tor Sapienza, Acqua Bollicante e la pedica di Tor de’ Schiavi (complesso ora noto come Villa dei Gordiani). L'indagine si conclude il 19 giugno.

23/12/1861: Seconda campagna di scavo dell'archeologo Lorenzo Fortunati nella zona della Villa dei Gordiani. L'esplorazione si conclude il 21 luglio 1862.

1958: In occasione dell'allargamento della via Prenestina e dell'apertura di via Olevano Romano, viene riscoperto un colombario romano in buoneo stato di conservazione, già indagato dall'archeologo Fortunati nelle sue campagne di scavo del 1861.

Descrizione

il sepolcro è stato costruito in opera reticolata tra il I sec.a.C. e il I d.C.. la pianta rettangolare misura 3,75 per 4,65 metri. Sul lato nord si trova la scala di accesso. Originariamente la volta a botte (oggi scomparsa) e le pareti erano intonacate e decorate con quadretti e motivi floreali, scandite da cinque ordini di nicchie con uno o due incavi per le olle cinerarie.

In una seconda fase, il pavimento è stato sopraelevato e alla prima fu sovrapposta una nuova decorazione pittorica con disegni geometrici.

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network