Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆★ ★ 2 stelle

Cronologia

1935: Durante gli scavi in un cantiere per la costruzione di fognature all'angolo tra via dello Scalo San Lorenzo e via dei Sardi, viene trovato a 5 metri di profonditÓ un sepolcro del I secolo d.C. La struttura viene ricostruita presso Largo Talamo.

19/7/1943: Bombardamenti alleati devastano il quartiere popolare di San Lorenzo. Oltre l'ingente numero di vittime civili, viene colpita gravemenete anche la Basilica del Verano ed il sepolcro romano dei Pomponia. Distrutte anche le vetrate della teca dell'Ara Pacis, rimosse e immagazzinate in un edificio del quartiere per sicurezza.

Descrizione

In origine i grandi blocchi di travertino del rivestimento racchiudevano una camera circolare di muratura in opera reticolata. Sopra il basamento quadrato, con lato di 5,90 metri e altezza di 2,70, si elevava il tamburo a cupola (del quale si sono conservati solo un frammento di cornice e parte di una lastra scolpita a girali vegetali). Lungo la fronte stradale sono incise due iscrizioni con le dimensioni del monumento: a destra IN AGR(O) P(EDES) XX, a sinistra IN FR(ONS) P(EDES) XXXII, da leggere come: profonditÓ 20 piedi, fronte 32 piedi. Sotto le tabelle corre una panchina decorata con fasce terminanti in zampe di leone.

La parete interna era divisa in quarti dai pilastri alternati con 4 rientranze nelle quali si trovava un sedile continuo. I pilastri erano rivestiti d'intonaco bianco con profili rossi, mentre le rientranze avevano il fondo rosso scompartito da nastri formanti grandi rombi. La fascia superiore era composta da una serie di motivi floreali sporgenti da un nastro a quadratini con un punto al centro. Al centro delle rientranze si trovavano nicchie contenenti due olle funerarie e uno scheletro.

L'interro e la demolizione del tamburo furono causati da un netto cambiamento del livello stradale avvenuto nel III secolo d.C. Tra gli oggetti recuperati nello scavo spicca un'ara con un'iscrizione dedicatoria della famiglia Pomponia.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network