Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆★ ★ 2 stelle

Data: 10 

Cronologia

-193: Un fulmine colpisce la Porta Caelimontana.

Fonte: Livio

-10: I consoli Publio Cornelio Dolabella e Gaio Giunio Silano restaurano la Porta Celimontana. I blocchi di tufo dell'arco (ancora in parte visibili sulla destra) sono sostituiti da nuovi in travertino.

Descrizione

Sulla lapide apposta sull'attico della facciata esterna dell'arco, è possibile leggere una scritta che ricorda il restauro:

P CORNELIVS P F DOLABELLA C IVNIVS C F SILANVS FLAMEN MARTIAL[IS] CO[N]S[ULES] EX S[ENATVS] C[ONSULTO] FACIVNDVM CVRAVERVNT IDEMQVE PROBAVER[VNT]

Publio Cornelio Dolabella, figlio di Publio, e Gaio Giunio Silano, figlio di Gaio, flamine di Marte, consoli, per decreto del Senato appaltarono [quest’opera] e ne fecero il collaudo.

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network