Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆★ ★ ★ 3 stelle

Cronologia

140: Matrimonio di Erode Attico (figlio del senatore greco Tiberio Claudio) e di Appia Annia Regilla, che porta in dote alcuni terreni presso l'appia antica.

21/4/1844: L'annuale Festa degli artisti parte dalla rotonda di Tor de' Schiavi per accamparsi nella grotta della Ninfa Egeria alla Caffarella. L'evento viene tramandato dal pittore Ippolito Caffi in un suo dipinto (oggi a Palazzo Braschi).

2/5/1950: Emanato il decreto di dichiarazione dell'importante interesse archeologico del cosiddetto Ninfeo di Egeria alla Caffarella, ai sensi della Legge 1089 del 1939.

Descrizione

Realizzato nel II secolo d.C., da Erode Attico, come ornamento della sua villa lungo l'Apppia, il Triopio dedicato alla moglie Annia Regilla.

Le pareti sono in opus mixtum (opera reticolata e laterizio).

Le superfici interne erano ornate con rivestimenti di marmo verde antico e bianco sulle pareti, porfido verde sul pavimento con inserti a mosaico.

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network