Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆★ ★ ★ ★ 4 stelle

Data: 1988 

Cronologia

/3/537: Fallito il tentativo di prendere la città al primo assalto, le truppe di Vitige realizzano un accampamento in una zona dove le arcate degli Acquedotti Claudio e Marcio si inersecano ripetutamente. Per fiaccare gli assediati fa tagliare tutti gli antichi acquedotti che approvvigionavano d'acqua la città. I grandi impianti termali cessano definitivamente la loro funzione. Belisario, dal canto suo, fa murare gli sbocchi affinché non potessero essere utilizzati come passaggi per introdursi in città.

1122: Papa Callisto II commissiona la costruzione del condotto dell'acqua Crabra, anche detto Fosso dell'Acqua Mariana, per garantire l'adduzione di acqua per alimentare i molini ed irrigare gli orti di proprietà della Basilica di San Giovanni in Laterano. Il canale seguiva gli antichi acquedotti e scendeva verso Roma. Vicino alla villa dei Centroni a Morena, tramite una diga veniva incanalata in un condotto sotterraneo appartenente all’antico acquedotto Claudio. Uscito allo scoperto il fosso attraversava la tenuta di Roma Vecchia, dove formava un laghetto dove vi erano anche i pesci. Quindi proseguiva verso Roma attraversava la via Tuscolana e Porta Furba, passava per via del Mandrione e costeggiando a distanza la Tuscolana giungeva a porta di San Giovanni, formando un altro laghetto. Costeggiava le mura, passando lì dove ora è via Sannio. Entrava in Roma a porta Metronia, quindi percorrendo l’odierna Passeggiata Archeologica e passando attraverso il Circo Massimo, si gettava nel Tevere accanto alla Cloaca Massima.

9/3/1844: Prima competizione ippica all'uso inglese. Don Alessandro Torlonia organizza una gara di corse nei prati di Roma vecchia. Durante la manifestazione chiamata Chesterfiel Hunt Raves, si svolgono sette gare.

1876: L'archeologo Lorenzo Fortunati effettua la prima scoperta e scavo dell’ipogeo catacombale alla tenuta di Romavecchia.

1916: Lavori di realizzazione della Ferrovia al Quadraro, portano allo scavo di alcuni ambienti rustici della Villa delle Vignacce. Ritrovatò un orologio solare, capitelli e un torso di statua ignuda.

5/1/1963: Dichiarazione di notevole interesse pubblico di alcuni terreni di proprietà privata, futuro del Parco degli Acquedotti.

21/9/1988: Istituito il Parco Regionale dell'Appia Antica. E' comprende anche il Parco della Caffarella ed il parco degli Acquedotti.

10/11/1988: L'area dell’Appia Antica diventa parco suburbano con la Legge Regionale n. 66. Questa legge risulta talmente caotica e contraddittoria da impedire ogni possibilità di funzionamento.

23/5/1990: Rinnovata la dichiarazione di notevole interesse pubblico di alcuni terreni di proprietà privata, futuro del Parco degli Acquedotti.

1998: Durante gli scavi per il quadruplicamento della linea ferroviaria presso il Parco degli Acquedotti,viene scoperta una scalinata che, attraversati un corridoio coperto con volta a botte e una porta con stipiti e architrave in travertino, porta a un sepolcro ipogeo del III sec. d.C., in opera listata, coperto con volta a crociera, probabilmente riutilizzato anche nel medioevo. Accanto al sepolcro sono state trovate le fondamenta di numerosi edifici, di cui non è stata tentata l'identificazione.

16/10/1998: Decreto del Ministero per i Beni e le Attività culturali circa l'inclusione dell'area costituita dal Parco dell'Appia Antica e delle zone limitrofe di Cava Pace, Tor Marancia, Tor Carbone, di Casale di Gregna-Anagnina e delle Capannelle-Barbuta ricadente nella I, IX, X e XI circoscrizione del comune di Roma fra le zone di interesse archeologico di cui all'art. 1, lettera m) , della legge 8 agosto 1985, n. 431.

7/11/1999: Il Sindaco di Roma Veltroni, inaugura il Parco degli Acquedotti, 14 ettari acquisiti e riqualificati grazie a 3 miliardi del Piano degli Interventi del Giubileo.

27/7/2009: Nel corso degli scavi alla villa delle Vignacce nel Parco degli Acquedotti, condotti dall'American Institut, viene scoperta una statua in marmo rosso antico di Marsia.

29/5/2011: Nel parco degli Acquedotti viene inaugurato un laghetto, che alimentato dall'Acquedotto Felice, poi scorre nel nuovo Canale dell'Acqua Mariana.

12/11/2018: La Regione Lazio ha approvato l’ampliamento del Parco dell’Appia Antica, 1213 ettari, pari al 36% in più di territorio protetto: 33 ettari in Area porta San Sebastiano – Centro storico di Roma, dalle parti del quartiere Appio Latino, arrivando a ridosso della Cristoforo Colombo presso le Terme di Caracalla; 59 ettari in area Campo Barbarico – Tor Fiscale – Acquedotti; 05 ettari in area Capannelle – Barbuta fin sotto Ciampino, per arrivare all'Appia Nuova fino all'imbocco per il Grande raccordo anulare; 124 ettari in area Cornacchiole – Fiorano; 955 ettari in area Falcognana, Divino Amore, includendo l'area archeologica di Tellese.

28/11/2018: Demolizione di otto villini abusivi appartenenti al clan Casamonica, adossate alle arcate dell'acquedotto Felice a via del Quadraro. Sul posto il sindaco di Roma Virginia.

7/8/2019: Nel Parco degli Acquedotti, verso le ore 19 viene ucciso Fabrizio Piscitelli, capo storico della tifoseria laziale.

Committenti e finanziatori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network