Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆☆★ 1 stella

Data: 1877 / 1883

Cronologia

17/6/1932: A Forte Bravetta viene fucilato da un drappello di militari capitanati da Armando Giua, l'anarchico Angelo Pellegrino Sbardellotto, condannato per aver progettato un attentato a Mussolini.

11/10/1943: A Forte Bravetta sono fucilati Giacomo Proietti, Marco Amadei, Battista Graziani, Michele Pella, Giulio Pigliucci, Pietro Serra, Mario Sorbi.

12/10/1943: Al Forte Bravetta viene eseguita l'esecuzione di 6 tra i 18 componenti di un gruppo armato che ha tentato nella notte precedente di impadronirsi dei generi alimentari e di vestiario in via Gelsomino. Sono stati catturati dai tedeschi e da guardie fasciste. Definiti dal Giornale d' Italia, teppisti comunisti, Battista Graziani, Giulio Pagliucci, Mario Sorbi, Marco Amadei, Pietro Serra, Michele Bella, sono fucilati, gli altri condannati a pene carcerarie.

23/10/1943: Al Forte Bravetta vengono fucilato per complicitÓ con i partigiani, Etargenio Angelini ed il capellano militare don Giuseppe Buttarazzi..

8/11/1943: A Forte Bravetta viene fucilato Giuseppe Tirella.

26/11/1943: A Forte Bravetta sono fucilati Agostino Basili e Walter Ludovisi.

30/11/1943: Un gruppo di partigiani di Bandiera Rossa Roma guidato assalta un autocarro della Polizia dell'Africa Italiana che conduce un plotone d'esecuzione al Forte Bravetta, per fucilare sette partigiani. Catturato il mezzo, i partigiani indossano le uniformi dei militi disarmati ed accedono al forte in loro vece, ove hanno ragione del presidio, liberano i sette condannati a morte e fuggono insieme ad essi.

22/12/1943: A Forte Bravetta sono fucilati Riccardo Di Giuseppe e Mario Carucci.

30/12/1943: A Forte Bravetta sono fucilati Riziero Fantini, Antonio Feurra e Italo Grimaldi.

31/12/1943: A Forte Bravetta sono fucilati i carabinieri Antonio Pozzi e Raffaele Pinto.

14/1/1944: Fucilato a Forte Bravetta Andrea Franceschetti.

20/1/1944: Fucilato a Forte Bravetta Salvatore Petronari.

31/1/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Giovanni Andreozzi, Mariano Buratti, Mario Capecci, Enrico De Simone, Augusto Latini, Vittorio Mallozzi, Paolantonio Renzi, Raffaele Riva, Franco Sardone e Renato Traversi.

2/2/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Ettore Arena, di Luigi, Benvenuto Badiali, Branko Bitler, Ottavio Cirulli, di Michele, Romolo Jacopini, Ezio Malatesta, Carlo Merli, Augusto Paroli, Gino Rossi Bixio, Guerrino Sbardella e Filiberto Zolito. Il plotone della PAI sbaglia intenzionalmente i bersagli. Un ufficiale tedesco uccide con un colpo alla nuca gli scampati alla raffica.

13/2/1944: Scoperto dalla Gestapo il gruppo che fa capo al Fronte Militare Clandestino, comandato da Fabrizio Vassalli. I principali componenti sono tratti in arresto, oltre a Vassalli sua moglie Amelia Vitucci, Giordano Bruno Ferrari, Salvatore Grasso, Corrado e Jolanda Vinci, Pietro Bergamini, Bice Bertini. Vassalli, Ferrari, Grasso, Vinci e Bergamini saranno fucilati a Forte Bravetta.

4/3/1944: Al Forte Bravetta sono fucilati Antonio Lalli e Eugenio Messina .

7/3/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Antonio Bussi, Concetto Fioravanti di Felice, Vincenzo Gentile, Giorgio Lab˛, Paul Lauffer, Francesco Lipartiti, Mario Mechelli, Antonio Nardi, Augusto Pasini e Guido Rattoppatore.

3/4/1944: A Forte Bravetta viene fucilato don Giuseppe Morosini, sacerdote, attivo nella resistenza antifascista e antinazista.

29/4/1944: A Forte Bravetta viene fucilato Pietro Benedetti.

3/5/1944: A Forte Bravetta viene fucilato Tigrino Sabatini Badengo.

8/5/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Salvatore Fagiolo e Virginio Tagliaferri.

20/5/1944: A Forte Bravetta Ŕ fucilato Francesco Vigilante.

24/5/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Corrado Vinci, Fabrizio Vassalli, Salvatore Grasso, Giordano Bruno Ferrari e Pietro Bergamini.

3/6/1944: A Forte Bravetta sono fucilati Fortunato Caccamo, Mario De Martis, Costantino Ebat, Giovanni Lupis, Emilio Scaglia e Guido Orlanducci.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network