Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ☆ ☆ ☆ ☆

Codice identificativo monumento: 480

Cronologia

21/4/1930: Inaugurazione della nuova sistemazione delle pendici dell'Aventino e della Piazza della Bocca della Veritą. Con la realizzazione dei nuovi giardini, l'abbeveratoio viene spostato 100 metri pił a sud.

1932: In seguito alle demolizioni per la costruzione di via del Mare, la fontana di Piazza Montanara viene spostata al deposito comunale all'Aventino.

/1/1945: Con la demolizione della spina di Borgo, la Fontana di Piazza Scossacavalli viene smontata completamente e depositata nei magazzini comunali a Lungotevere Aventino.

1951: Durante lavori di sterro per la costruzione di un muraglione di sostegno e di contrafforti alle pendici dell'Aventino, si rinvengono numerosi avanzi di muri in opera reticolata, laterizia e listata pertinenti ad ambienti coperti a volta, affrescati con pitture di tipo geometrico e in parte pavimentati a mosaico bianco e nero., probabilmente resti di insulae dall'etą repubblicana e imperiale.

1954: I pezzi della Fontana demolita a Piazza Scossacavalli vengono spostati dal deposito del Lungotevere Aventino e ricollocati nei giardini del vivaio comunale dietro alla Casina Bessarione per un idea di ricomporla a Piazza Nicosia. Non viene trovato il bacino superiore.

1973: La Fontana di piazza Montanara viene spostata dal deposito comunale all'aventino, e rimontatata a Piazza San Simeone.

6/9/2009: Il sindaco Gianni Alemanno partecipa alla commemorazione delle vittime degli attentati dell'11 Settembre 2001 a New York. In un aiula di Piazza di Porta Capena vengono innalzate due colonne romane a simboleggiare le torre gemelle. I due reperti appartenevano alla fontana della Curia Innocenziana in piazza Montecitorio, prelevate dai depositi di marmo a lungotevere aventino.

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network