Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆☆★ ★ 2 stelle

Cronologia

1854: L'archeologo Giovanni Battista De Rossi, scopre nella tenuta di Tor Marancia, una catacomba identificata in quella fatta scavare da Flavia Domitilla.

1873: Il cardinale Saverio de Mérode acquista il fondo di Tor Marancia e l'adiacente vigna Sacripanti, dove si trova l'ingresso monumentale del cimitero di Domitilla, mettendo il terreno a disposizione delle ricerche dell'archeologo Giovanni Battista De Rossi.

23/12/1874: L'archeologo Giovanni Battista de Rossi, durante gli scavi alle catacombe di Domitilla, dopo aver fatto togliere le macerie da una camera, scopre un arcosolium chiuso per due terzi da una muratura e preceduto da una tomba. Sul fondo della nicchia è dipinta una matrona velata e vestita di un'ampia dalmatica, nell’attitudine di orante. Un’iscrizione a lettere rosse nominava la matrona « Veneranda ». Il braccio sinistro di Veneranda si stendeva sul petto di una giovane donna, che sembrava accogliere il defunto e parlargli. Ai piedi di questa un astuccio pieno di volumi ; vicino alla testa un libro aperto, poi a destra e a sinistra del viso l’iscrizione Petronella mart[yr].

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network