Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ★ ☆ ☆

Cronologia

26/12/1901: Legge n.519, in cui il Governo viene autorizzato a procedere all'acquisto di Villa Borghese, per una spesa massima di tre milioni di lire. Il parco, in quel momento soggetto ad asta giudiziaria, dovrà essere ceduto gratuitamente al Comune di Roma, con l'obbligo a questi di trasformarlo in pubblico giardino, da unirsi al Pincio e da nominarsi Umberto I.

1986: Furto di tre statue nel Tempio di Esculapio a VIlla Borghese. Le rimanenti sette (le statue di Apollo, Igea, Artemide, Vittoria alata e Mercurio) sono conservate nel deposito di sculture all'interno del Museo Pietro Canonica. Al posto degli originali sono collocate delle copie moderne, realizzate in polvere di marmo e cemento.

1990: Le statue che ornano il Tempio di Esculapio nel Giardino del lago di Villa Borghese (Apollo, Mercurio, Igea, due Artemidi e due Vittorie), sono rimosse per restauri, sostituite da copie e ricoverate nel deposito scultoreo della Villa.

autori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network