Informazioni storiche

Informazioni storiche artistiche sul monumento

★ ★ ☆ ☆ ☆

Codice identificativo monumento: 5240

Cronologia

1834

Il principe Borghese assegna gratuitamente a Stefano Giovannini il casino della sua villa suburbana detto del Bernini per istabilirvi una decente trattoria, libero il proprietario di farla chiudere quando più gli piaccia (con espressa inibizione al Giovannini di dividere con altri o di cedere ad altri la concessione graziosa), affittare stanze restringere od allargare i locali occuparne di nuovi oltre quelli consegnatigli, valersi del legname entrare ne giardini e fare altre cose per cui paresse che il Giovannini era proprietario o con duttore venale anzichè gratuito concessionario del casino del principe.


Fonte: 1885 Leone Vicchi, Villa Borghese nella storia e nella tradizione del popolo romano.

26/12/1901

Legge n.519, in cui il Governo viene autorizzato a procedere all'acquisto di Villa Borghese, per una spesa massima di tre milioni di lire. Il parco, in quel momento soggetto ad asta giudiziaria, dovrà essere ceduto gratuitamente al Comune di Roma, con l'obbligo a questi di trasformarlo in pubblico giardino, da unirsi al Pincio e da nominarsi Umberto I.

Casati e Famiglie

Stampe antiche

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network