Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆★ ★ ★ 3 stelle

Cronologia

12/9/-366: Inizia la celebrazione dei Ludi Romani al Circo Massimo. Con cadenza annuale, tipicamente si terranno dal 12 al 14 settembre, ma poi estesi dal 4 al 19 settembre. Dedicati a Giove, secondo la tradizione, vengono istituiti dal re Tarquinio Prisco in occasione della conquista della città latina di Apiolae, sebbene altri autori ne indichino l'origine nella vittoria sui Latini nella battaglia del Lago Regillo. Dopo la morte di Cesare viene aggiunto un ulteriore giorno, probabilmente il 4 settembre.

-363: Inondazione del Tevere.

-329: Vengono erette le stalle di partenza del circo Massimo.

-282: Inondazione del Tevere.

-282: Viene costruita una porta nel lato curvo settentrionale del circo Massimo.

-174: Vengono costruite le carceres del circo Massimo.

-64: Un grande incendio si origina dal lato lungo del Circo Massimo.

28/4/357: L’imperatore Costanzo II celebra il ventennale della sua assunzione all’Impero (vicennalia) a Roma in una visita ufficiale. Per celebrare l'evento porta a Roma un obelisco, eretto a Tebe nel XV secolo a.C. dal faraone Thutmosi III. Sbarcato al porto fluviale presso la via ostiense, viene collocato al Circo Massimo.

1122: Papa Callisto II commissiona la costruzione del condotto dell'acqua Crabra, anche detto Fosso dell'Acqua Mariana, per garantire l'adduzione di acqua per alimentare i molini ed irrigare gli orti di proprietà della Basilica di San Giovanni in Laterano. Il canale seguiva gli antichi acquedotti e scendeva verso Roma. Vicino alla villa dei Centroni a Morena, tramite una diga veniva incanalata in un condotto sotterraneo appartenente all’antico acquedotto Claudio. Uscito allo scoperto il fosso attraversava la tenuta di Roma Vecchia, dove formava un laghetto dove vi erano anche i pesci. Quindi proseguiva verso Roma attraversava la via Tuscolana e Porta Furba, passava per via del Mandrione e costeggiando a distanza la Tuscolana giungeva a porta di San Giovanni, formando un altro laghetto. Costeggiava le mura, passando lì dove ora è via Sannio. Entrava in Roma a porta Metronia, quindi percorrendo l’odierna Passeggiata Archeologica e passando attraverso il Circo Massimo, si gettava nel Tevere accanto alla Cloaca Massima.

1854: Durante le demolizioni dell'officina del Gas al Circo Massimo, i calcinacci ed i rifiuti asportati vengono scaricati nella zona del monte Testaccio.

21/4/1928: Iniziano gli scavi della testata sud est del Circo Massimo. Il materiale di risulta viene scaricato al Monte testaccio.

Committenti e finanziatori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network