Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆☆★ ★ ★ 3 stelle

Data: 1732 / 1874

Cronologia

1731: Papa Clemente XII nomina il nipote Cardinale Neri Maria Corsini Protettore di Anzio e Sopraintendente Generale ai lavori del porto. Il Cardinale inizia ad acquistare terreni, non solo per costruire una nuova Villa, ma anche per impiantare una struttura produttiva polivalente con agricoltura, pascoli, boschi, cave di pietra, sabbia, pozzolana, opifici, calcine, fornaci fittili, terreni sui quali far insediare nuova forza lavoro immigrata in cambio di una decima.

1820: La Famiglia Mencacci acquista per 20.000 scudi, da Don Tommaso Corsini, la tenuta e il villino presso il Porto di Anzio.

1874: Don Pietro Borghese Aldobrandini, Principe di Sarsina, acquista per 325.000 lire la tenuta Mencacci ex Corsini ad Anzio.

1926: Luigi Mazza e Romolo Ferlosio acquistano la Villa Corsini Sarsina, per 2.100.000 lire dagli eredi Aldobrandini.

1934: Il Generale Baistrocchi inaugura il nuovo sanatorio militare realizzato presso Villa Sarsina ad Anzio.

1958: Il Comune di Anzio, con un atto stipulato dal Sindaco Castore Marigliani, acquista Villa Corsini Sarsina.

14/4/2005: Sotto l'Amministrazione De Angelis, si apre il cantiere per la ristrutturazione, il consolidamento ed il restauro di Villa Corsini Sarsina ad Anzio.

19/3/2010: Dopo cinque anni di lavori, si svolge l'inaugurazione di Villa Sarsina ad Anzio. Sono presenti il sindaco di Anzio Sindaco Bruschini, il Sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Maria Giro, il Senatore, Candido De Angelis ed il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. Con un investimento che supera i sette milioni di euro, i lavori hanno riguardato il consolidamento, il restauro, la ristrutturazione e l'arredo dell'edificio, riportano la Villa al suo antico splendore e trasformandola nella nuova sede degli uffici comunali.

autori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network