Storia Monumento

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ★ ★ ★ ★ ★ 5 stelle

Data: 1451 / 1564

Cronologia

1470: Paolo II Barbo sposta i Ludus Testaccie del Carnevale alla via lata, presso il suo nuovo palazzo.

11/4/1770: Il quattordicenne Mozart si esibisce a nella Sala del Concistoro di palazzo Venezia.

1842: Gioacchino Rossini esegue per la prima volta in Italia lo Stabat Mater nella Sala del Concistoro di palazzo Venezia.

1916: Palazzo Venezia viene espropriato all'Austria e scelto come sede di un grande museo nazionale di arte medievale e rinascimentale. Vi confluiscono gli oggetti provenienti dal disperso Museo Kircheriano, dalla Galleria Nazionale d'Arte Antica e soprattutto le collezioni raccolte a Castel Sant'Angelo per l'Esposizione Internazionale d'Arte del 1911.

/7/1923: Il Gran Consiglio del Fascismo inizia a riunirsi nella Sala del Pappagallo (o salone verde) di Palazzo Venezia.

25/2/1929: Palazzo Venezia diventa la sede del Gran Consiglio del Fascismo.

16/9/1929: Mussolini trasferisce i suoi uffici a Palazzo Venezia da Palazzo Chigi, che rimane sede del Ministero degli Affari Esteri.

/12/1929: A conclusione dei lavori di restauro dell'intero palazzo Venezia, il celebre tavolo a ferro di cavallo del Gran Consiglio viene allestito nella Sala del Mappamondo, sulla parete opposta rispetto alla scrivania del Duce.

20/3/1930: Mussolini istituisce il Consiglio Nazionale delle Corporazioni, con sede a Palazzo Venezia, organo costituzionale presieduto da se stesso, o per sua delega dal ministro delle Corporazioni. I suoi disegni di legge dovranno essere sottoposti all'approvazione del Gran Consiglio del Fascismo.

12/12/1931: Il Mahatma Gandhi in visita a Roma. Mussolini lo inconta a Palazzo Venezia. In seguito viene organizzato un ricevimento in suo onore a Villa Torlonia. Gandhi visita il Nido dei Bimbi dellĺAlbergo Bianco alla Garbatella.

14/11/1933: Discorso di Mussolini sullo stato corporativo dinnanzi all'Assemlblea del Consiglio Nazionale delle Corporazioni.

31/3/1934: A Palazzo Venezia si svolge una riunione tra Mussolini, Balbo e una delegazione dell'estrema destra militare e fascista spagnola. Si attiva un accordo segreto con il fascismo italiano.

23/3/1935: Mussolini parla al popolo dal balcone di palazzo Venezia, in occasione del XVI Annuale di fondazione dei Fasci di Combattimento.

5/5/1936: Dal balcone di Palazzo Venezia, Mussolini proclama alla folla l'entrata delle truppe italiane in Addis Abeba.

9/5/1936: Dal balcone di Palazzo Venezia, Mussolini proclama alla folla l'Impero.

13/4/1939: Mussolini annuncia dal balcone di Palazzo Venezia la deposizione di re Zogu e proclama Vittorio Emanuele III sovrano d'Albania.

10/6/1940: Dal balcone di Palazzo Venezia Mussolini annuncia alla folla la dichiarazione di guerra dell'Italia a Gran Bretagna e Francia.

24/7/1943: Il Gran Consiglio del Fascismo, riunito nella sala Sala del Pappagallo di Palazzo Venezia, a sera approva l'Ordine del giorno Grandi, con il quale Mussolini deve rimettere i suoi poteri al re, rinunciare al comando supremo delle forze armate e ripristinare la Costituzione dello Statuto Albertino.

Autori e progettisti

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network