Informazioni generali

Informazioni storiche artistiche sul monumento

Valutazione: ☆★ ★ ★ ★ 4 stelle

Data: 1885 / 1911

Cronologia

9/2/1884: Indetto il concorso per la realizzazione della statua equestre di Vittorio Emanuele II al Vittoriano.

30/12/1884: La direzione dei lavori ci costruzione del Vittoriano viene affidata a Giuseppe Sacconi con un regio decreto

1/1/1885: Apertura ufficiale del cantiere del Vittoriano.

22/3/1885: Solenne cerimonia della posa della prima pietra del Vittoriano alla presenza di re Umberto I di Savoia, della regina Margherita di Savoia, dell'intera famiglia reale e di una folta rappresentanza straniera.

22/3/1885: Solenne cerimonia della posa della prima pietra del Vittoriano alla presenza di re Umberto I di Savoia.

4/1/1886: Iniziano le demolizioni presso l'Aracoeli per la costruzione del Vittoriano, tra cui la Torre di Paolo III, io convento dell'Aracoeli, Via Macel de Corvi.

4/6/1911: Alla presenza della famiglia reale, del presidente del Consiglio Giovanni Giolitti e di seimila sindaci provenienti da tutta Italia viene inaugurato (anche se non ancora ultimato) il Vittoriano.

4/11/1921: La salma del Milite Ignoto è trasportata dalla Stazione Termini, con un solenne corteo lungo via Nazionale e tumulata sotto l’Altare della Patria, alla presenza di re Vittorio Emanuele III.

21/4/1925: Collocazione della statua della Dea Roma presso il Vittoriano.

25/4/1925: Inaugurata la parte mancante dell'Altare della Patria, ovvero le sculture realizzate da Angelo Zanelli.

24/5/1935: Inaugurata la cripta del Milite Ignoto al Vittoriano durante la manifestazione dedicata al ventennale dell'entrata in guerra dell'Italia nel primo conflitto mondiale.

4/5/1938: Adolf Hittler visita Roma con accanto Mussolini. Al Pantheon, dove depone alcuni mazzi di fiori sulle tombe dei Savoia. All'Altare della Patria, dove passarono attraverso cinquemila uomini in perfetta divisa: a destra milizie tedesche, a sinistra italiane. Sfilata su via dei Fori imperiali. Dopo pranzo all'aeroporto di Centocelle, assistono a una manifestazione militare alla quale parteciparono 50.000 fra Balilla e avanguardisti. Raduno di nazionalsocialisti residenti a Roma alla Basilica di Massenzio. A sera il Fuhrer parte per Napoli.

3/11/1941: Celebrazioni dell'Anniversario della battaglia di Mentana, con una solenne cerimonia che ha il suo momento più rappresentativo nel trasporto dal Vittoriano al nuovo Sacrario sul Gianicolo, delle spoglie di Goffredo Mameli.

12/12/1969: Attentato al Vittoriano. Scoppiarono due bombe, a dieci minuti l'una dall'altra. Collocate lateralmente, in corrispondenza di ciascun propileo, riuscirono a scardinare la porta del Museo centrale del Risorgimento ed a rompere le vetrate della basilica di Santa Maria in Aracoeli.

24/9/2000: Su pressioni di Carlo Azeglio Ciampi, il Vittoriano ritorna nuovamente accessibile al pubblico.

Personaggi Realizzatori

url Condividi pagina

Condividi la pagina sui social network