Storia

Storia Via Marmorata, Roma

Cronologia

29/12/1880: L'Impresa dei Trasporti di San Paolo, appartenente alla ditta Marotti e Frontini, ottiene dal comune la concessone della nuova linea di collegamento tram a cavallo, piazza Montanara - basilica di San Paolo, circa 4300 metri per via Bocca della Verità, via della Salara (oggi via Santa Maria in Cosmedin), via Marmorata e via Ostiense (in sostituzione della precedente linea di omnibus inaugurata il 18 luglio dello stesso anno).

6/3/1897: La SRTO attiva la trazione elettrica della linea piazza Venezia San Paolo.

29/3/1903: Inaugurato il raccordo dalla stazione Termini al corso d'Italia (attraverso piazza Indipendenza e viale Castro Pretorio), ed il percorsovia Galvani, da via Marmorata al mattatoio.

21/4/1931: Il governatore di Roma, Francesco Ludovisi Boncompagni, inaugura il Parco Testaccio.

/7/1934: Concorso architettonico per sedi di Preture al Quartiere Appio (incrocio via Aosta Tuscolana), Nomentano (piazza Bologna) e Aventino (via Marmorata). Per la sedeall'Aventino si aggiudica il primo premio l'architettessa Paola Ferrero, coadiuvata dai colleghi Maria Corradini e Luigi Ciarlini. Secondo premio ex aequo Bruno Lapadula e G. Marletta. Progetto Vincitore per la sede della pretura al Nomentano, C. Pascoletti e D. Ortensi. Secondo premio a Mario Romano. Progetto vincitore per la sede della pretura all'Appio, fronte principale A. Vitellozzi - M. Castellazzi. Secondo premio ex aequo per la sede all'Appio, Bruno Lapadula e Giuseppe Marletta. I progetti vincitori non sono peṛ realizzati.

28/10/1935: Mussolini inaugura il palazzo delle Poste e Telegrafi di via Marmorata.

Monumenti

Monumenti a Via Marmorata, Roma

Link Locali ed attività Via Marmorata, Roma