Storia

Storia Via della Lungara, Roma

Cronologia

19/11/1409: Niccolò Colonna, entra in Borgo da porta Settimiana con le sue milizie, e insieme al conte di Troia distrugge le macchine di assedio dell'esercito della lega anti-napoletana sul campanile di San Pietro e di Santo Spirito in Sassia.

1/9/1643: Posa della prima pietra del nuovo monastero femminile di Santa Maria Regina Coeli a via della Lungara.

1873: Il convento di Santa Maria Regina Coeli alla lungara viene confiscato alle monache carmelitane per essere trasformato in un nuovo carcere.

1881: L'imprenditore Ettore Calzone fonda via della Lungara la Tipolitografia Romana, che produce stampati vari, registri, calendari, scatole di cartone secondo moderni metodi produttivi importati dagli USA.

1891: Viene completato il nuovo avancorpo del carcere di Regina Coeli su via della Lungara.

/12/1903: Durante lavori di sterro per la realizzazione di un collettore a via della Lungara, a 5 metri sotto il piano stradale emergono due sarcofagi in marmo, con il coperchio ancora sigillato dalle grappe di ferro. Osservando le decorazioni sulle pareti di uno di essi (il mistico pescatore, un pesce appena catturato all'amo e un altro nel piccolo cesto stretto nella mano destra), l'archeologo Giuseppe Gatti associa la sepoltura ad uno dei primi cristiani. I sarcofagi vengono portati al Museo delle terme e posti nel Chiostro della Certosa.

Monumenti

Monumenti a Via della Lungara, Roma

Link Locali ed attività Via della Lungara, Roma