Storia

Storia Via del Gianicolo, Roma

Cronologia

7/10/1828: Stendhal visita il Gianicolo e annota sul suo diario: “Quando si sentì vicino a morire il Tasso si fece trasportare qui. E non senza ragione che questo è uno dei luoghi più belli del mondo”.

1868: Papa Pio IX inaugura la strada che dall'odierna via Garibaldi sale a tornanti verso San Pietro in Montorio. Il progetto è dell'ingegnere municipale Federico Arcangeli,

1911: Grazie all'iniziativa di un comitato di italiani residenti a Buenos Aires, per festeggiare il cinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia e testimoniare il loro legame con la patria di origine, viene eretto sul Gianicolo un Faro monumentale.

19/9/1920: Inaugurato il Faro del Gianicolo.

25/5/1928: L'Ufficio delle Antichità e Belle Arti del Governatorato, indice un secondo concorso, rivolto ad artisti italiani residenti a Roma, per altre 10 fontanelle in travertino, destinate a sostituire altrettante fontanelle in ghisa del centro storico. Le fontane saranno poste a Via Paolina, Borgo Vecchio, Via del Gianicolo, Piazza Santa Croce, Piazza Madama, Piazza della Cancelleria, Piazza San Pietro in Vincolo, Piazza della Rotonda e Via Rasella, Piazza del Foro di Traiano.

28/10/1929: Per celebrare l'anno VIII dell'era fascista, sono inaugurate le fontanelle artistiche realizzate in seguito al concorso deliberato nel 1928, collocate a Via Paolina, Borgo Vecchio, Via del Gianicolo, Piazza Santa Croce, Piazza Madama, Piazza della Cancelleria, Piazza del Foro di Traiano. Il premio non era stato assegnato per quelle di Piazza San Pietro in Vincolo, Piazza della Rotonda e Via Rasella.

Monumenti

Monumenti a Via del Gianicolo, Roma

Link Locali ed attività Via del Gianicolo, Roma