Storia

Storia Piazza della LibertÓ, Roma

Cronologia

1895: L'ingegnere Ettore Angelelli progetta nel 1895, un collegamento tranviario dedicato prevalentemente al trasporto dei materiali da costruzione provenienti dalle cave di Grottarossa, destinati all'edificazione a Roma dei quartieri Trionfale e delle Vittorie.

9/1/1900: Per iniziativa dei podisti Luigi Bigiarelli, Giacomo Bigiarelli, Odoacre Aloisi, Arturo Balestrieri, Alceste Grifoni, Giulio Lefevre, Galileo Massa, Alberto Mesones, Enrico Venier capeggiati dal sottufficiale dei Bersaglieri, riuniti in un appartamento in Piazza della LibertÓ, nasce la SocietÓ Podistica Lazio (futura SocietÓ Sportiva Lazio).

/7/1904: La Provincia di Roma concede societÓ belga Ryckaert, Renders & Company la conce concessione per la costruzione della tranvia nel luglio da parte della Tramvia Roma-Civitacastellana.

5/2/1905: La concessione provinciale della tranvia Roma Civita Castellana viene approvata con Regio decreto n. 37.

27/4/1905: Il presidente del Consiglio Alessandro Fortis presenzia alla cerimonia di inaugurazione dei lavori per la tranvia Roma Civita Castellana.

27/9/1906: Primo collaudo a trazione elettrica della tranvia Roma Civita Castellana.

10/10/1906: Primo viaggio di servizio urbano del tranvia Roma Civita Castellana Il percorso si sviluppa da Piazza della LibertÓ, Via delle Milizie, Viale Angelico a Piazzale di Ponte Milvio.

27/12/1906: Primo viaggio fino a Civita Castellana, della Tranvia tranvia Roma Civita Castellana.

9/10/1913: Inaugurazione del prolungamento della tranvia Roma Civita Castellana fino a Viterbo.

27/7/1921: Per rilevare l'esercizione della fallimentare tranvia Roma Civita Castellana Viterbo, viene costituita la SocietÓ Romana per le Ferrovie del Nord (SRFN), con capitale sociale di 6.000.000 di Lire. La nuova concessioni prevede la conversione della tranvia in ferrovia.

28/10/1932: Inaugurazione della nuova tratta ferroviaria Roma-Civita Castellana-Viterbo. Progettista del tracciato Ernesto Besenzanica. Il nuovo capolinea urbano parte della nuova stazione sotterranea del Flaminio, che sostituisce la precedente Stazione della tramvia a Piazza della LibertÓ.

25/5/1944: In piazza della LibertÓ, dopo un conflitto a fuoco nel quale perdono la vita i carabinieri partigiani Meloni e Zuddas, cadono nelle mani della polizia nazifascista il generale Odone e il colonnello Scalera,

1962: L''Amministrazione capitolina decide di ricollocare il monumento a Pietro Cossa, in giacenza nel deposito dei Marmi al Bastione Ardeatino, a piazza della LibertÓ.

9/1/2000: Viene posta una Targa a Piazza della LibertÓ, in memoria del centenario della fondazione della SocietÓ Sportiva Lazio.

Monumenti

Monumenti a Piazza della LibertÓ, Roma