Storia

Storia Lungotevere Aventino, Roma

Cronologia

1878: Per evitare dalli alla navigabilità del tevere, sono demoliti con la dinamite i piloni superstiti del Ponte Sublicio.

23/9/1893: Il consiglio comunale approva la messa in dimora di due filari di platani, uno per ciascuno dei lungotevere. I primi a essere piantati sono quelli tra Ponte Umberto e Ponte Margherita.

21/4/1919: Inaugurazione del Ponte Aventino.

13/3/1927: Viene ritrovato ai piedi dell’Aventino, il cadavere di Armanda Leonardi, rapita il giorno prima dal Mostro di Roma.

21/4/1930: Inaugurazione della nuova sistemazione delle pendici dell'Aventino e della Piazza della Bocca della Verità. Con la realizzazione dei nuovi giardini, l'abbeveratoio viene spostato 100 metri più a sud.

1951: Durante lavori di sterro per la costruzione di un muraglione di sostegno e di contrafforti alle pendici dell'Aventino, si rinvengono numerosi avanzi di muri in opera reticolata, laterizia e listata pertinenti ad ambienti coperti a volta, affrescati con pitture di tipo geometrico e in parte pavimentati a mosaico bianco e nero., probabilmente resti di insulae dall'età repubblicana e imperiale.

1/6/2021: Presso il lungotevere Aventino, nel tratto sotto il Giardino degli Aranci, viene inaugurato uno slargo dedicato al ex presidente Carlo Azeglio Ciampi. Sono presenti il capo dello Stato Sergio Mattarella, i figli Claudio e Gabriella Ciampi e la sindaca Virginia Raggi. Per un errore sul nome di Ciampi (è scritto 'Carlo Azelio Ciampi' e non Azeglio) si è preferito tenere coperta la targa.

Monumenti

Monumenti a Lungotevere Aventino, Roma