Storia Via Nomentana

Storia Via Nomentana, Roma

Cronologia

1781: Pio Vi trasferisce il sarcofago di Costanza dal mausoleo della via Nomentana nelle sale Clementine dei Musei Vaticani.

14/2/1889: Con Regio Decreto si decide l'allargamento da dieci a quaranta metri della Via Nomentana come opera di pubblica utilità, dando avvio ai conseguenti espropri.

1904: Per l'allargamento della via Nomentana, viene mutilata un'ampia fascia del parco di villa Mirafiori sul fronte strada. Smontata e non più ricostruita la grandiosa serra a cristalli.

24/5/1904: Accomunati dal gusto di ritrarre dal vero la natura, Cesare Biseo, Giuseppe Cellini, Ettore Ferrari, Paolo Ferretti, Edoardo Gioja e Alessandro Morani, riuniti a tavola al Pozzo di San Patrizio sulla via Nomentana, fondano il sodalizio dei Vassalli della campagna romana. La loro attività era rappresentata dalla gita domenicale in aperta campagna armati di tele e di pennelli - che si concludeva allegramente in trattoria, dove il dipinto più bello era premiato col rimborso del viaggio e del pranzo e con l'omaggio di un ferro di cavallo.

19/3/1926: L'ATG (Azienda Tramviaria del Governatorato) istituisce il servizio tramviario notturno con due linee diametrali, N1 (San Giovanni-Trionfale) ed N2 (piazzale Ostiense - Batteria Nomentana).

  Monumenti

Monumenti a Via Nomentana, Roma

  Link Locali ed attività Via Nomentana, Roma


torna ad inizio pagina
torna ad inizio paginahome page trovavisite e passeggiatemeravigliemonumentieventigastronomialinkstradenewscondividi paginaricerca
Info.roma.it è un progetto sostenuto dai soci e dalle Donazioni. Contribuisci al suo sviluppo! Cf 97455510582     Ringraziamenti   Privacy policy

Prenotazione visita guidata