Storia

Storia Via Appia Antica, Roma

Cronologia

19/10/1954: Con decreto del Ministero della Pubblica Istruzione, avvia i lavori di stesura del Piano Paesagistico della via Appia Antica.

24/9/1955: Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale, l'avvocato Onesti si reca a Castel Gandolfo dal Santo Padre Pio XII per mostrargli il plastico di uno stadio per le Olimpiadi del 1960, da costruirsi nella zona della catacombe di San Callisto, terreni della Santa Sede.

9/10/1955: A Piazza San Pietro, Pio XII benedice la prima pietra dello stadio in costruzione nella zona della catacombe di San Callisto.

1957: Il Mausoleo di Casal Rotondo sull'Appia antica, è trasformato in villa panoramica.

22/2/1960: Si conclude la stesura del Piano Territoriale Paesistico per l'Appia antica. Viene consentita la costruzione di quattro milioni di metri cubi di villette nell'area dell'Appia Antica e della Caffarella. Tale piano, è noto come Piano Gerini, dal Senatore Alessandro Gerini Torlonia, proprietario dei terreni della Caffarella. La Via Appia si trasforma in un corridoio murato fra proprietà private.

9/3/1997: Pedonalizzato il tratto della Via Appia Antica tra Porta San Sebastiano ed il Grande Raccordo Anulare i giorni festivi.

30/11/1999: Il Ministro dei Lavori Pubblici, Enrico Micheli, delegato per i lavori del Giubileo, inaugura il sottopasso del Grande Raccordo Anulare all'altezza dell'Appia Antica. L'opera costata 200 miliardi di lire consente il ricongiungimento dell'antico tracciato della strada.

Monumenti

Monumenti a Via Appia Antica, Roma

Link Locali ed attività Via Appia Antica, Roma