Storia

Storia Via Ardeatina, Roma

Cronologia

30/3/1461: Atto notarile di acquisto da parte di Antonio Caffarelli dai Colonna, della tenuta agricola che si snodava da Roma ad Ardea, lungo le vie Appia e Ardeatina all'interno dell'agro romano.

7/12/1943: Sabotaggi con chiodi a quattro punte sulle strade Appia, Nettunense e Ardeatina.

24/3/1944: Eccidio delle Fosse Ardeatine. 335 civili e militari italiani, prigionieri politici, ebrei o detenuti comuni, vengono trucidati presso le cave di tufo dell'ardeatina, dalle truppe di occupazione tedesche, come rappresaglia per l'attentato partigiano di via Rasella. Al termine della procedura di annientamento delle vittime, i soldati del genio tedeschi minarono gli accessi alle gallerie e fecero esplodere le cariche sbarrando le entrate. I destinati al massacro erano stati scelti tra i prigionieri di via Tasso, del III braccio di Regina Coeli e della pensione Oltremare, sede della polizia speciale di Pietro Kock. 285 da Kappler, 50 dal questore Caruso e da Koch per completare la lista su richiesta di Kappler. Dopo l'esecuzione, rifacendo il conto delle vittime, queste risultarono, per gli errori compiuti durante la selezione dei detenuti, 5 in piu' del previsto.

1960: Il Centro Residenziale di Riabilitazione L'Oasi avvia la propria attivitÓ di assistenza ai neuromotulesi della Seconda Guerra Mondiale. La struttura in via Ardeatina, assumerÓ poi la denominazione di Centro Residenziale Clinica Santa Lucia con competenze sempre pi¨ ampie nel settore delle neuroscienze.

2002: ╚ inaugurato il nuovo Ospedale della Fondazione: oltre 30.000 mq di superficie al centro del campus.

  Monumenti

Monumenti a Via Ardeatina, Roma

  Link Locali ed attività Via Ardeatina, Roma